Home Articoli HP FCA, Magneti Marelli potrà essere venduta a un fondo americano: le indiscrezioni...

FCA, Magneti Marelli potrà essere venduta a un fondo americano: le indiscrezioni del Wall Street Journal

1354
SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

FCA, Magneti Marelli potrà essere venduta a un fondo americano: le indiscrezioni del Wall Street Journal sulla trattativa con Kkr

Per FCA, Magneti Marelli ha sempre rappresentato uno dei fiori all’occhiello nel panorama generare produttivo del gruppo.
Un piccolo gioiello, che ha alle sue spalle una lunga tradizione e che è considerato tra i marchi più famosi nel settore della componentistica per automobili, grazie alla qualità proposta.
Ora, però, con il passaggio della guida da Sergio Marchionne (recentemente deceduto) a Michael Manley, le cose potrebbero cambiare. L’attuale amministratore delegato, infatti, ha in mente strategie di gran lunga differenti rispetto alla passata amministrazione.
Stando a quanto riportato dal Wall Street Journal, il massimo dirigente del gruppo non proseguirà la strategia di Marchionne, che aveva pensato allo scorporamento e alla successiva quotazione in borsa di Magneti Marelli tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019. Manley sarebbe maggiormente orientato alla vendita dell’azienda al fondo americano Kkr, per due motivi.
Il primo è di natura economica, in quanto l’a.d. pensa di realizzare un guadagno più elevato con una vendita, al contrario dello scorporamento. Occorre sapere che il valore di Magneti Marelli, al momento, si aggira sui 3,23 miliardi di euro. Una cifra che, con la transazione, potrebbe anche lievitare.
Il secondo motivo è di natura pratica. Manley ha in mente di concentrarsi con maggiore intensità sui suv Jeep e i pick up truck Ram.
Sempre stando a quanto affermato dal Wall Street Journal, l’accordo potrebbe anche saltare prima che le trattative portino a una soluzione. Occorre dunque tenere d’occhio la situazione per capire gli sviluppi futuri di una delle aziende più importanti d’Italia, che dà attualmente lavoro a circa 40mila persone e che produce 7,9 miliardi di ricavi annui. FCA dovrà riflettere bene se privarsi o meno di un simile pilastro.


Commenti

Correlato:  Ferrovie dello Stato assume a Torino: diverse figure professionali ricercate dal Gruppo
SHARE