Home Articoli HP Esodo estivo, a Torino boom di partenze: 1 torinese su 3 fuori...

Esodo estivo, a Torino boom di partenze: 1 torinese su 3 fuori città

405
SHARE

Esodo estivo, a Torino oltre il 33% dei torinesi via dalla città: molti turisti popolano il centro

L’esodo estivo, a Torino, è tornato a essere realtà dopo anni.
Questa estate, infatti, oltre il 33% dei torinesi ha lasciato il capoluogo piemontese per godersi un periodo di meritato riposo e relax altrove. Sono state ben 311mila le partenze, con un netto distacco, per esempio, rispetto al 2014, quando, ad andare via, furono appena 270mila persone.
Una inversione di tendenza, che riporta le cifre dell’esodo ai livelli pre-crisi. Risultati vicini a quello dell’estate del 2018 sono infatti reperibili solo se si arriva all’estate del 2012, quando la crisi, però, era già da tempo un realtà consolidata.
Questa tesi viene anche sostenuta grazie a rilevazioni di importanti enti. È il caso di SMAT, che ha quantificato in un bel +6% l’aumento delle partenze cittadine. Un dato estrapolato dalle misurazioni sull’acqua erogata dai rubinetti.
Conferma questa ipotesi anche 5T, la società che da anni regista gli spostamenti e i flussi di traffico all’ombra della Mole. Ebbene, venerdì 17 agosto si è verificato un dimezzamento dei flussi rispetto a un normalissimo venerdì feriale. Per non parlare della facilità con cui sono reperibili, nelle ultime settimane, parcheggi su strisce blu e strisce bianche.
A popolare la città sono rimasti in gran parte i turisti, aumentati del 9% rispetto all’anno scorso. Danno vita al centro e visitano anche le bellezze periferiche.
Non si tratta ovviamente dei dati della Torino industriale, quando l’apertura dei cancelli della Fiat coincideva con la trasformazione della città in un vero e proprio deserto urbano. I numeri raccolti e le rilevazioni, però lasciano ben sperare.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here