Home Articoli HP Troppe bici rubate a Torino, arriva la carta d’identità dei mezzi

Troppe bici rubate a Torino, arriva la carta d’identità dei mezzi

1823
SHARE

Troppe bici rubate a Torino, in città arriva la carta d’identità dei mezzi a due ruote: sarà utile per diverse funzioni

Sono davvero troppe le bici rubate a Torino. Una recente indagine del Corriere della Sera ha lanciato l’allarme suo furti dei mezzi ecologici per eccellenza.
Per la precisione, nel capoluogo piemontese ne spariscono almeno tre al giorno. Un numero elevatissimo, che ha creato sempre maggior sconforto tra i proprietari di biciclette della città. Questi ultimi avevano anche pensato di ideare un sistema personalissimo, fatto di segnalazioni e foto, per fare fronte a questa emergenza.
In questi giorni, però, si è fatta largo un’ipotesi diversa. Il comandante dei Vigili Urbani di TorinoEmiliano Bezzon, e Diego Sarti, uno dei fondatori del mercatino bici di Torino, hanno pensato a una nuova soluzione.
Si tratta di un database delle bici, in cui devono essere riportate caratteristiche come il numero di telaio, una descrizione dettagliata e i particolari di ogni mezzo in questione. A ciò si dovranno aggiungere nome, cognome e codice fiscale di ogni singolo proprietario.
In questo modo, le biciclette avranno una vera e propria carta d’identità, che le renderà uniche e che permetterà una più semplice identificazione in caso di furto o smarrimento.
Una iniziativa che sarà testata a breve e che pare essere già di gradimento di numerosi ciclisti, che non vedono l’ora di poter usufruire di questo utilissimo servizio.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here