Home Articoli HP Turismo, il Piemonte preso d’assalto dai turisti: boom per gli agriturismi

Turismo, il Piemonte preso d’assalto dai turisti: boom per gli agriturismi

3337
SHARE

Turismo, il Piemonte preso d’assalto dai turisti: registrato un boom di presenze negli agriturismi, buon cibo e panorami da sogno le attrazioni principali

Con il turismo, il Piemonte continua a sorridere.
Il settore, in questi ultimi anni, sembra davvero non conoscere crisi, tanto da far registrare ottimi risultati sotto tutti gli aspetti.
A confermare l’ottimo stato di salute della nostra regione in questo ambito è stata Confagricoltura Piemonte. L’ente ha raccolto ed elaborato i dati relativi al 2017 e all’ultimo periodo, e ha avuto modo di constatare un vero e proprio boom di turisti negli agriturismi piemontesi.
Il turismo rurale regionale sta vivendo una fase di pieno sviluppo. A testimonianza di ciò ci solo stare le oltre 358mila presente nei 1.300 agriturismi piemontesi nel 2017. I principali Paesi di provenienza dei visitatori, se non si fa conto sull‘Italia, sono Svizzera, Germania, Francia, Olanda, Belgio e Stati Uniti.
Coloro che scelgono come meta il Piemonte lo fanno per la grande varietà delle attrazioni a disposizione. Un turismo che si articola su passeggiate alla scoperta delle bellezze del territorio, panorami da sogno, itinerari in bicicletta per famiglie e appassionati semi-professionisti, percorsi trekking, escursioni in altura, eccellenti servizi di ristorazione con prodotti tipici e strutture con piscina o ampie aree verdi. Il tutto accompagnato da cibo e vino di qualità sopraffina.
Insomma, il Piemonte è più che attrezzato per far fronte a qualsiasi esigenza. Sarà per questo che, nel corso degli anni, è diventato una meta sempre più ambita, che ha l’obiettivo di migliorare sempre di più i suoi già ottimi numeri. Basti pensare che, nel 2017, sono arrivati nella nostra regione 5 milioni di turisti in totale, con un aumento del 7% rispetto al 2016. Un ottimo auspicio per coltivare ambizioni sempre più importanti.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here