Home Articoli HP Torino, i supermercati restano aperti: in periferia continuano a chiudere i negozi...

Torino, i supermercati restano aperti: in periferia continuano a chiudere i negozi per l’estate

1565
SHARE

Torino, i supermercati restano aperti: in periferia continuano a chiudere i negozi per l’estate, decine di attività hanno già abbassato le serrande

Torino, i supermercati continuano a prestare il loro servizio ininterrottamente, anche ad agosto inoltrato.
I grandi centri commerciali stanno sostituendo i negozi anche in questo senso, perché offrono la propria disponibilità alla clientela in un periodo dell’anno in cui la città si svuota e decine di attività abbassano momentaneamente la saracinesca.
Il problema più evidente è nei quartieri di periferia, come Mirafiori Sud, Falchera, Barca e Barriera di Milano. Qui, i piccoli negozi aperti sono meno rispetto allo scorso anno. Decine di locali hanno già chiuso e rimarranno fuori servizio per qualche altra settimana.
Stando alle rilevazioni di Ascom e Federdistribuzione, molti piccoli commercianti delle zone periferiche hanno scelto di interrompere le attività prima rispetto allo scorso anno. Non si tratta solo di ragioni di tempistica, ma anche di unità, in quanto sono molti di più i negozi che, rispetto allo stesso periodo del 2017, non sono operativi.
Nella lista delle attività chiuse figurano, oltre agli alimentari (panetterie, macellerie), anche altri servizi di prima necessità come le farmacie e i tabacchini, senza contare i bar.
La situazione è diversa solo spostandosi verso il centro e le zone limitrofe (come il quartiere San Donato), dove è prevalsa la volontà di mantenere le attività aperte. Qui, la vita della città è più movimentata, e la richiesta da parte della clientela non manca (o comunque è meno ridotta).
E così, i consumatori si vedono costretti a recarsi nei supermercati anche per necessità ed esigenze per le quali si rivolgevano ai piccoli negozi.
Una tendenza sempre più diffusa, che potrebbe avere effetti negativi sugli affari anche al termine delle vacanze, se i torinesi iniziassero a vedere i centri commerciali come punto di riferimento per qualsiasi cosa.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here