Home Articoli HP Faro della Vittoria: simbolo del Parco della Maddalena

Faro della Vittoria: simbolo del Parco della Maddalena

584
SHARE
Faro della Vittoria: simbolo del Parco della Maddalena
Faro della Vittoria: simbolo del Parco della Maddalena

Quando si sale su al Colle della Maddalena al Parco della Rimembranza lo si cerca con gli occhi. Cosa? Il Faro della Vittoria, no?

Il Faro della Vittoria è un monumento dedicato alla Vittoria Alata ed è noto anche come Faro della Maddalena. Non è così facile raggiungerlo, bisogna percorrere diverse curve prima di arrivare su al colle. In bici (occhio alla salita), auto (andate piano mi raccomando), moto (fate attenzione alle auto) o a piedi (fate attenzione a tutto quello scritto precedentemente), non appena arriverete lassù, siamo certi che il vostro sguardo punterà al cielo perché vorrete vederlo.

Commissionata dal senatore Giovanni Agnelli nel 1928, l’opera (realizzata dallo scultore Edoardo Rubino) è stata donata per commemorare il decennale della vittoria della Grande Guerra. Alta quasi 19 metri che poggiano su altri 8 metri di basamento rivestito di pietra era, a suo tempo, la più grande statua al mondo interamente di bronzo (ne sono stati fusi 25 tonnellate).

In che modo è stata trasportata fin lassù?

Strada impervia, curve strette, hanno fatto sì che la punta del colle venisse spianata e per alcuni chilometri la strada venne allargata. Insomma il trasporto e il montaggio non sono stati proprio facili.

L’epigrafe ai piedi della statua è stata scritta, nientepopodimeno che dal sommo poeta Gabriele d’Annunzio, grande amico del senatore Agnelli.

« ALLA PVRA MEMORIA
ALL’ALTO ESEMPIO
DEI MILLE E MILLE FRATELLI COMBATTENTI
CHE LA VITA DONARONO
PER ACCRESCERE LA LVCE DELLA PATRIA
A PROPIZIAR COL SACRIFICIO L’AVVENIRE
IL DVREVOLE BRONZO
LA RINNOVANTE SELVA
DEDICANO
GLI OPERAI DI OGNI OPERA
DAL LORO CAPO GIOVANNI AGNELLI
ADVNATI SOTTO IL SEGNO
DI QVELLA PAROLA BREVE
CHE NELLA GENESI
FECE LA LVCE

FIAT LVX: ET FACTA EST LVX NOVA

MAGGIO MCMXV – MAGGIO MCMXXVIII »

Non sembra anche a voi che questo angelo sia stato posto lassù come per proteggere la città? A noi piace pensarla così. Per fortuna è stato recuperato (anche se solo di recente) e totalmente rimesso a nuovo con un restauro dai fondi privati, che ha portato alla sua riannessione dopo anni di inattività.

Informazioni utili

Indirizzo: delimitato da strada Comunale da San Vito a Revigliasco, strada Val Salice, strada alla Vetta del Colle della Maddalena.

ORARIO DI APERTURA (solo per Parco della Rimembranza, D.D. 667 del 24.10.07): feriali e festivi, ore 7-21 dal 1° ottobre al 30 aprile; ore 7-23 dal 1° maggio al 30 settembre.

Per maggiori info clicca qui.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here