Home Articoli HP Il Golf Club Torino: una fucina di giovani fuoriclasse

Il Golf Club Torino: una fucina di giovani fuoriclasse

237
SHARE
Il Golf Club Torino: una fucina di giovani fuoriclasse
Il Golf Club Torino: una fucina di giovani fuoriclasse

Torino Capitale del golf grazie al Golf Club Torino: qui cresciuti i fratelli Molinari e altri grandissimi giocatori

 

Il Golf Club Torino è sicuramente uno dei fiori all’occhiello dello sport torinese e italiano in generale.

 

Parliamo di un vero e proprio vivaio di giovani campioni, che fanno il loro ingresso nel panorama nazionale e internazionale con una formazione di primissima qualità.

 

Il Golf Club Torino ha 94 anni di storia, poiché è nato nel 1924. Vanta 800 soci ed è affiliato alla Federazione Italiana. Dopo un primo periodo al Colle della Maddalena, in un impianto da 9 buche, il Club si è trasferito, poco più di 60 anni fa, presso La Mandria, dove gli iscritti possono contare su due distese da 18 buche ciascuna.

 

La bacheca del Golf Club Torino risulta essere piena di trofei nazionali e internazionali. Sono, in totale, 173, e spaziano dal settore maschile a quello femminile (in quest’ultimo, ogni anno, il “Torino” riesce a portare a casa numerosi riconoscimenti). Su tutti spiccano ovviamente la World Cup, lo Scottish Open, l’US Amateur, vinto da Edoardo Molinari, e il British Open, vinto da Francesco Molinari, il fratello.

 

Tra talenti emergenti e giocatori affermati, il Golf Club Torino continua a sfornare fuoriclasse. Basti pensare a Matteo Delpodio, Antonio e Giulia Garbaccio, i gemelli Marco e Stefano Soffietti, Francesco Guermani, Benedetto Pastore, Emanuele Sesia, Anna Roscio, Alessandra Salvi e tante altre figure di spicco di questa disciplina.

 

Un motivo di orgoglio per Torino, che può vantare un tesoro anche in uno sport meno in voga nel nostro Paese.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here