Home Articoli HP Pista ciclabile tra Porta Nuova e Porta Susa: i lavori inizieranno lunedì...

Pista ciclabile tra Porta Nuova e Porta Susa: i lavori inizieranno lunedì 23 luglio

2791
SHARE
Pista ciclabile tra Porta Nuova e Porta Susa: i lavori inizieranno lunedì 23 luglio
Pista ciclabile tra Porta Nuova e Porta Susa: i lavori inizieranno lunedì 23 luglio

Al via i lavori per la pista ciclabile tra Porta Nuova e Porta Susa

Lunedì 23 luglio apriranno i cantieri per la realizzazione della pista ciclabile tra Porta Nuova e Porta Susa.
Le squadre di operai inizieranno a lavorare all’angolo tra corso Matteotti e corso Re Umberto, dove attualmente si interrompe la corsia riservata alle biciclette.
Poco più di un anno fa, la giunta comunale approvò lo studio di fattibilità tecnica del progetto avviando l’iter per l’inizio dei lavori.
L’obiettivo è quello di completare l’opera entro la fine dell’anno.

Il percorso

Il percorso della pista ciclabile sarà bidirezionale. Il tragitto sarà lungo circa 800 metri per 2,5 metri di larghezza. Il tracciato partirà dal nuovo prolungamento in corso Matteotti, poi la corsia svolterà in via XX settembre fino all’incrocio con corso Vittorio Emanuele II. A questo punto si potrà proseguire in due direzioni: da una parte verso via Sacchi, dove il piazzale antistante la stazione deve essere ancora completato, e dall’altra verso via Nizza dove sono già in corso i lavori per far arrivare le biciclette fino al castello del Valentino e all’ospedale Molinette.
Durante i cantieri non sono previste modifiche alla normale circolazione delle auto, ma nei prossimi mesi sarà necessario modificare gli attuali impianti semaforici per adeguarli alla bidirezionalità della nuova pista ciclabile.
L’unica variazione interesserà corso Matteotti che avrà una sola bidirezionale sul lato sud come il resto del percorso e non un corsia monodirezionale su entrambi i lati della carreggiata come prevedeva il progetto iniziale.
Il costo complessivo dell’opera sarà di 200mila euro, finanziati per metà dalla Città e per metà dalla Regione Piemonte.

I dubbi

La Circoscrizione Uno ha già espresso il suo parere favorevole al progetto, ma avanza ancora qualche dubbio su una parte del tragitto.
Il nodo è il plateatico di piazza Carlo Felice, sul lato dei giardini Sambuy, dove si trovano il box informazioni della Città e le uscite della metro. Qui la convivenza tra pedoni e ciclisti potrebbe essere davvero difficile.
Inoltre, un altro problema è dato dalla mancanza di rastrelliere per posteggiare la propria bici in entrambe le stazioni.
Anche se lungo via Sacchi è stata posizionata qualche rastrelliera in più, il numero attuale continua a non essere sufficiente rispetto alla richiesta dei ciclisti.
Dunque, ritardi permettendo, il prossimo anno centinaia di studenti e pendolari potranno usufruire della pista ciclabile tra Porta Nuova e Porta Susa, spostandosi per le trafficata vie del centro sulle due ruote.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here