Home Articoli HP Discoteche, a Torino stop alla riapertura del Cacao, ma riapre l’Imbarchino

Discoteche, a Torino stop alla riapertura del Cacao, ma riapre l’Imbarchino

399
SHARE
Discoteche, a Torino stop alla riapertura del Cacao, ma riapre l’Imbarchino
Discoteche, a Torino stop alla riapertura del Cacao, ma riapre l’Imbarchino

Discoteche, a Torino niente da fare per il Cacao: il Comune di Torino blocca la riapertura del locale, torna invece attivo l’Imbarchino

 

La questione discoteche, a Torino, continua a tenere banco con interessanti novità.

 

Il Comune di Torino, con un comunicato, ha fatto sapere che non ci sarà nessuna riapertura per il Cacao. Il locale del Valentino era stato preventivamente affidato a Roberto Pasquettaz, imprenditore attivo nel settore dei locali notturni, che gestisce già importanti realtà come Patio e White Moon. L’amministrazione comunale ha disposto l’impossibilità di procedere con l’aggiudicazione della gara relativa alla concessione degli spazi dell’ex Cacao.

 

Nello specifico, il Comune ritiene che è tecnicamente impossibile disporre degli spazi per un utilizzo immediato o, comunque, a breve termine. Questo perché l’addio dei vecchi gestori e lo smantellamento di alcuni elementi interni, unito allo spostamento degli elementi d’arredo, hanno contribuito a lasciare il locale in pessime condizioni, per le quali occorre troppo tempo per opere di ristrutturazione.

 

Dunque, non è possibile effettuare alcun tipo di attività pubblica o di intrattenimento, che sia anche in grado di rispettare i vincoli paesaggistici del locale. Pertanto, sarà avviata a breve una nuova fase istruttoria e di studio tecnico per individuarne la possibile futura configurazione.

 

Discorso completamente diverso per l’Imbarchino. Il locale sul Po del Parco del Valentino tornerà operativo grazie al raggruppamento Amici dell’Imbarchino, che hanno dunque l’opportunità di sottoscrivere il contratto di concessione. In questo modo possono partire i lavori di ristrutturazione della struttura danneggiata dall’alluvione che ha colpito la città alla fine del 2016.

 

Per la precisione, l’Imbarchino sarà adibito a bar e ristorante, e avrà la possibilità di ospitare mostre, concerti di giovani gruppi emergenti e rassegne cinematografiche. Sarà inoltre luogo di incontro per famiglie con bambini e punto di servizi per studenti, poiché metterà a disposizione in modo del tutto gratuito una sala studio dal mattino al tardo pomeriggio.

 

Dunque, arrivano notizie discordanti dai locali della movida torinese. Aggiornamenti che faranno felici i torinesi, come quello dell’Imbarchino, e altri che sono destinati a creare polemiche, come nel caso della mancata riapertura del Cacao.

 

(Foto tratta da Papido.it)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here