Home Articoli HP Torino d’estate, torna “Cinema a Palazzo Reale”

Torino d’estate, torna “Cinema a Palazzo Reale”

344
SHARE

Dal 17 luglio 41 serate  – con inizio alle ore 22 – nel Cortile d’Onore della dimora sabauda, per la settima edizione di Cinema a Palazzo Reale, rassegna organizzata da Distretto Cinema, Musei Reali, Museo Nazionale del Cinema, Regione Piemonte e Comune di Torino.

La rassegna è ospitata nel cuore della città, con ingresso da piazza Castello: dalla Corte d’Onore, circondata da un porticato, si può infatti scorgere la Cappella della Sindone del Guarini, di imminente riapertura.
L’allestimento è stato ripensato per ospitare gli eventi dal vivo con tecnologie di proiezione e sonore di altissimo livello che tutelino l’estetica dello spazio: un’occasione per vivere in maniera diversa un luogo simbolo di Torino, respirando dentro il grande cinema.

Il cartellone dedicato al cinema classico prevede retrospettive, omaggi, film suddivisi per rassegne tematiche, ma anche anteprime e presentazioni di restauri. Molte le serate speciali, con film musicati dal vivo e partiture studiate appositamente per l’iniziativa. Tanti anche gli ospiti d’eccezione – da Filippo Timi a Pupi Avati – chiamati a interpretare brani, introdurre film, presentare le loro opere.

Cinema a Palazzo Reale – settima edizione

Serata di anteprima, martedì 17 luglio, alle ore 22, nella quale viene presentato il restauro, a cura del Museo Nazionale del Cinema, della pellicola muta di Giovanni Pastrone “Il fuoco” (1915): per l’occasione, I Giardini di Mirò, hanno scritto un’apposita partitura, eseguita dal vivo.
Per l’inaugurazione, mercoledì 18 luglio, viene presentato, invece, il restauro di “Quarto potere”, di e con Orson Welles (1941), considerato dall’American Film Institute il miglior film americano di sempre. La versione è quella integrale, in lingua originale, con sottotitoli, senza censure, con scene inedite tagliate nella versione italiana.

Pupi Avati ha deciso di festeggiare i suoi 80 anni proprio a Torino, ospite della rassegna venerdì 28 luglio, serata nella quale si racconta, introducendo un suo film, scelto da lui stesso: La casa dalle finestre che ridono.

Un appuntamento speciale, nato in collaborazione con i Musei Reali, celebra Riccardo Gualino, collezionista, produttore e distributore cinematografico:  il 21 luglio viene proiettato Senso, di Luchino Visconti, con Alida Valli, Massimo Girotti, Rina Morelli, che fu prodotto dalla Lux Vide, la società di Gualino. Per l’occasione, è prevista l’apertura serale straordinaria della Collezione Gualino, ospitata alla Galleria Sabauda (visitabile dalle 19,30 alle 22).

L’edizione 2018 di Cinema a Palazzo Reale prevede  nuove collaborazioni con realtà importanti della città:  il 24 luglio è programmata la proiezione di Favola, per la regia di Sebastiano Mauri. Il regista e i due protagonisti – Filippo Timi e Lucia Mascino – sono attesi per introdurre il film, insieme con Pino Strabioli e Irene Dionisio, direttrice del Lovers Film Festival. Commedia fantastica e dissacrante sul tema dell’identità,  la pellicola narra la storia di due casalinghe nella provincia americana degli anni Cinquanta, Mrs. Fairytale e la sua migliore amica Mrs. Emerald.

Giovedì 26 luglio l’associazione Piemonte Movie propone una serata dedicata a Luigi Tenco e alla sua interpretazione nel film di Luciano Salce “La cuccagna” (1962), con il musicista Luca Morino chiamato a interpretare alcuni brani del cantautore alessandrino. La serata è realizzata in collaborazione con l’Associazione Culturale Luigi Tenco di Ricaldone, che ogni anno in estate organizza la manifestazione “L’isola in collina”, un tributo a Luigi Tenco nel suo paese natale.

Nell’ottica di far dialogare il Torino Jazz Festival con il tessuto culturale cittadino, il pubblico di Cinema a Palazzo Reale potrà assistere a una sonorizzazione della “Corazzata Potëmkin” (1925), di Sergej Michajlovič Ėjzenštejn accompagnata per l’occasione da musiche originali di Innode, gruppo del compositore austriaco Stefan Németh.

Dal 13 luglio la GAM di Torino presenta una mostra di oltre 100 fotografie, realizzate dalla fine del secondo dopoguerra ai primi anni Duemila, che raccontano l’Italia per immagini: il paesaggio e le città della nostra penisola esplorati da 14 grandi fotografi: il direttore Riccardo Passoni ha suggerito la proiezione di “Il sorpasso” (1962) nella serata del 31 luglio.

In attesa della venticinquesima edizione di Artissima, dedicata al Tempo, il 2 agosto viene proiettato Eraserhead, il primo lungometraggio di David Lynch.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here