Home Articoli HP Riemerse mummie all’Università degli Studi di Torino!

Riemerse mummie all’Università degli Studi di Torino!

9208
SHARE
Riemerse mummie all'Università degli Studi di Torino!
Riemerse mummie all'Università degli Studi di Torino!
Tempo di lettura: 1 minuto

Durante un’ispezione della soprintendenza sono state rinvenute delle mummie all’Università degli Studi di Torino, più precisamente nel palazzo San Giovanni Vecchio.

Nessuno scavo ha riportato alla luce le trenta mummie all’Università degli Studi di Torino, bensì una semplice ispezione. I reperti, mal conservati, appartengono all’epoca egizia e precolombiana.

Le mummie si trovavano in cima a degli armadi dagli anni Sessanta del secolo scorso; una di loro era addirittura nella stessa cassa con cui gli archeologi italiani le avevano fatto attraversare il Mediterraneo.

Il materiale proviene principalmente dalla necropoli dinastica di Assiut e da quella predinastica e dinastica di Gebelen, nell’Alto Egitto, ed è stato cronologicamente identificato e classificato dalla VI alla XI dinastia.

Tra le trenta mummie ritrovate ce n’è una che risale, addirittura, al neolitico egiziano. Sarebbe il reperto più antico d’Europa.

Ma da dove arrivano queste mummie?

Come già detto in precedenza, dall’Antico Egitto, ma sono frutto di una ricerca avvenuta negli anni Venti e Trenta. La spedizione archeologica ha coinvolto anche l’antropologo, Giovanni Marro, allievo di Cesare Lombroso.

Tra tutte le campagne di scavo straniere in suolo egiziano, questa fu l’unica ad unire allo scopo prettamente archeologico anche quello antropologico. 

Questo è ciò che si legge nelle carte dell’epoca, ma l’accenno alle mummie è inesistente. A causa della condizione precaria, i ricercatori hanno creato un progetto di ricovero in un locale adeguato e affidato la pulitura al centro di Venaria in collaborazione con Cinzia Oliva.

Correlato:  UniTo al Salone del Libro con uno spazio espositivo ed eventi speciali

Se non fosse stata per l’ispezione tra quanto tempo avremmo trovato questi reperti? Nessuno sa dirlo.



Commenti