Home Articoli HP Unilever acquista Equilibra: gli integratori alimentari torinesi saranno esportati in tutto il...

Unilever acquista Equilibra: gli integratori alimentari torinesi saranno esportati in tutto il mondo

365
SHARE
Unilever acquista Equilibra: gli integratori alimentari torinesi saranno esportati in tutto il mondo
Unilever acquista Equilibra: gli integratori alimentari torinesi saranno esportati in tutto il mondo

Unilever acquista Equilibra: la multinazionale statunitense rileva il 75% dell’azienda torinese e punta sugli integratori alimentari, dopo l’affare Grom

 

Unilever acquista Equilibra. Il colosso statunitense continua a fare shopping tra le aziende torinesi e, dopo aver messo le mani su Grom, si sposta su nuovi mercati.

 

Nello specifico, il colosso a stelle e strisce si è lanciato con decisione sull’azienda torinese che produce integratori alimentari, andando a rilevare il 75% delle quote societarie. Una manovra concordata dai vertici di entrambe le parti, che hanno manifestato grande soddisfazione per l’accordo raggiunto.

 

Equilibra, infatti, è stata fondata nel 1987 da Franco Bianco, che ha lanciato il suo progetto nel quartiere Mirafiori. Un’idea imprenditoriale vincente, che ha avuto una rapida espansione e che è stata portata avanti dal suo fondatore per trent’anni. Dopodiché, i suoi figli, Marco e Matteo, hanno preso le redini dell’azienda e hanno scelto di sottoscrivere questa importante collaborazione. Marco diventerà amministratore delegato, Matteo si occuperà dei punti vendita dislocati su tutta Italia.

 

La partnership dovrebbe mettere in sicurezza l’azienda e incrementare l’espansione della rete di vendita all’estero. Dai mercati internazionali, infatti, arriva appena il 4% del fatturato annuo (che complessivamente tocca i 60 milioni di euro). Dunque, gli oltre 150 prodotti (tra integratori e cosmetici) potranno essere diffusi maggiormente ed essere appetibili per un target più ampio.

 

Dunque, con il sostegno di Unilever, numerosi prodotti Made in Torino sbarcheranno nei supermercati di tutto il mondo.

 

(Foto tratta da businesspeople.it)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here