Home Ambiente Mobilità sostenibile, Torino seconda città italiana nella classifica di Greenpeace

Mobilità sostenibile, Torino seconda città italiana nella classifica di Greenpeace

425
SHARE
Mobilità sostenibile, Torino seconda città italiana nella classifica di Greenpeace
Mobilità sostenibile, Torino seconda città italiana nella classifica di Greenpeace

Mobilità sostenibile, Torino si aggiudica il secondo posto nella classifica delle città italiane stilata da Greenpeace

 

Per quanto concerne la mobilità sostenibile, Torino è impegnata da anni nella realizzazione di un sistema di trasporti in grado di rispettare l’ambiente.

 

Nel corso degli ultimi tempi, il capoluogo piemontese si sta attrezzando su più fronti. Non mancano gli investimenti sui bus ecologici, sui servizi di bike sharing e car sharing, sulle piste ciclabili e sulle aree pedonali. E le valutazioni positive degli enti più autorevoli non mancano.

 

Ne è esempio la classifica stilata da Greenpeace. Nel rapporto intitolato “Living. Moving. Breathing. Ranking of 4 major Italian cities on Sustainable Urban Mobility”, commissionato al Wuppertal Institute, sono state comportate le situazioni riguardanti le principali città italiane. Nello specifico, è stata osservata la condizione di Torino, Milano, Roma e Palermo.

 

Per effettuare le rilevazioni, sono stati presi in considerazione 21 diversi indicatori, sintetizzati in 5 parametri: sicurezza stradale, qualità dell’aria, gestione della mobilità, trasporti pubblici, mobilità attiva. Da ciò è emerso che la città dove la mobilità è più sostenibile è Milano. Il capoluogo lombardo si sta muovendo come le altre principali città europee, proiettandosi sempre di più verso la modernità e il trasporto green.

 

Torino si è aggiudicata la seconda posizione. Rispetto a Milano, infatti, l’utilizzo dei trasporti pubblici è una pratica meno diffusa. I torinesi preferiscono ancora prevalentemente l’auto: ciò, ovviamente, ha effetti sull’ambiente. La nostra è ancora la città con l’aria più inquinata d’Italia, nonostante i vistosi miglioramenti dell’ultimo periodo. Inoltre, pesano su questo quadro generale i dati relativi ai morti tra pedoni e ciclisti in rapporto alla relazione. Cifre che rendono Torino la città con le strade più insicure.

 

Molto più staccate Roma e Palermo, rispettivamente in terza e quarta posizione. Gli scandali di ATAC nella Capitale stanno facendo notizia in tutta Italia, mentre a Palermo è ridotto ai minimi l’utilizzo dei mezzi pubblici.

 

Una situazione che fa sorridere parzialmente la nostra città, che ha comunque il dovere di continuare a migliorarsi, nonostante esca positivamente dai confronti con le altre metropoli del Paese.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here