Home Articoli HP La città di Torino pubblica le opportunità di stage e tirocini per...

La città di Torino pubblica le opportunità di stage e tirocini per universitari

1246
SHARE
stage e tirocini per universitari
stage e tirocini per universitari

La città di Torino pubblica le opportunità di stage e tirocini per universitari: buona opportunità per studenti in cerca di impiego

Torino sposa il progetto di cooperazione internazionale ideando un nuovo servizio di informazione e primo orientamento rivolto a studenti, neolaureati e cittadini interessati a nuove esperienze formative. 

 

Consultando il sito della Città metropolitana di Torino (www.cittametropolitana.torino.it) sarà possibile raccogliere informazioni, materiale e notizie su stage, tirocini e progetti di volontariato su territorio europeo e/o internazionale. Il sito istituzionale mette in mostra le varie opportunità formative: posizioni aperte a partire dalle Nazioni Unite alle organizzazioni internazionali; dal Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale all’Agenzia Italiana della cooperazione allo sviluppo; dalle organizzazioni della società civile ad altri soggetti senza scopo di lucro.

Tra gli altri enti interessati spiccano l’SCI, il Servizio civile internazionale Italia; l‘SC, il Servizio civile nazionale; l’SVE, il Servizio volontario europeo ed il volontariato europeo per l’aiuto umanitario. I tirocini retribuiti in queste settimane sono quelli offerti dall’ EFSA, Autorità europea per la sicurezza alimentare presso la sede di Parma. L’Ocse, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, offre borse di studi per soggiorni all’estero e contributi per convegni internazionali. Per facilitare la comunicazione tra la città metropolitana di Torino e gli interessati ai percorsi formativi è stata messa a disposizione la mail per la ricerca e l’organizzazione dei colloqui con il personale: info_cooperazione@cittametropolitana.torino.it.

 

La consigliera per le relazioni internazionali e i progetti europei, Anna Merlin, è intervenuta in merito a questo nuovo progetto di cooperazione internazionale: «Queste reti potranno costituire prioritariamente un primo riferimento utile per attivare brevi periodi formativi rivolti ai giovani».

 

Alessandro Decorato

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here