Home Articoli HP Problemi e ritardi nell’apertura delle piscine a Torino: a breve ne apriranno...

Problemi e ritardi nell’apertura delle piscine a Torino: a breve ne apriranno due, le altre durante l’estate

3101
SHARE

Problemi e ritardi nell’apertura delle piscine a Torino: entro fine mese dovrebbero aprire due impianti, gli altri nel corso dell’estate

I torinesi che trascorrono le vacanze in città o che ritardano la propria partenza per diversi motivi sono abituati, da sempre, a cercare le piscine a Torino aperte nei mesi più caldi dell’anno.
Come ogni estate, gli impianti del capoluogo piemontese e dell’hinterland si preparano ad accogliere tantissimi natanti. Chi per un assaggio di estate (e del bagno al mare), chi perché non può o non riesce a spostarsi al di fuori della città.
Così, anche quest’anno, è partita la caccia alle piscine aperte. Una caccia che, però, potrebbe riservare più di una delusione.
I problemi dati dall’instabilità delle condizioni meteorologiche hanno fatto sì che diverse strutture aprissero con notevole ritardo.
Ad esempio, gli impianti che potranno tornare a offrire il servizio prima degli altri saranno la Lombardia di Lucento e la Colletta di via Ragazzoni. Queste due saranno disponibili a partire dalla fine di giugno, e permetteranno a coloro che ne avranno desiderio di godersi un primo bagno estivo.
Gode di buona salute anche la piscina Trecate di Pozzo Strada. L’edificio di via Alecsandri Vasile ha da poco aperto, ma si trova a fare i conti solo con la problematica del maltempo. Un ostacolo che, si spera, si presenti il meno possibile nei prossimi mesi.

Le situazioni più problematiche

È ancora un’incognita la situazione della piscina della Pellerina. Dopo anni di lavori di ristrutturazione, l’area è stata riconsegnata. Entro pochi mesi si dovrà provvedere alla conclusione delle operazioni riguardanti la palazzina, che dovrà ospitare gli spogliatoi, il ristorante e gli altri elementi interni. Dopodiché sarà possibile usufruirne nuovamente.
Situazione più complicata per la piscina Parri di via Tiziano. L’impianto della Circoscrizione 8 non aprirà i battenti prima della fine della stagione, a causa dei frequenti e duraturi lavori in corso.
Non va meglio alla piscina Lido di via Villa Glori. Anche qui si registra una fase di stallo, data dall’impossibilità di aprire in tempi brevi l’area.
La vicenda più intricata, però, riguarda la piscina di via Sempione. La struttura di Barriera di Milano è da tempo una facile preda dei vandali, che hanno devastato (e continuano a devastare) le attrezzature e gli interni. La società incaricata della gestione, la Rari Nantos, ha scelto di non aprire. La decisione è stata concordata anche con l’amministrazione comunale, che ha approvato la scelta (viste le condizioni di partenza).
Insomma, un quadro non proprio pienamente positivo per le piscine a Torino. Coloro che intenderanno frequentare le aree estive della città dovranno fare molta attenzione a informarsi su tutto ciò che viene messo a disposizione, onde evitare spiacevoli sorprese.
(Foto tratta da Idee di Interior Design)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here