Home Articoli HP Altra stangata per la movida di Torino: tutte le Circoscrizioni coinvolte nei...

Altra stangata per la movida di Torino: tutte le Circoscrizioni coinvolte nei provvedimenti

2219
SHARE
Altra stangata per la movida di Torino: tutte le Circoscrizioni coinvolte nei provvedimenti
Altra stangata per la movida di Torino: tutte le Circoscrizioni coinvolte nei provvedimenti

Provvedimenti in arrivo per combattere caos e disordine della movida di Torino: segnalate vie specifiche in ogni Circoscrizione, che saranno soggette alle limitazioni

 

La movida di Torino sta vivendo una fase di forte sofferenza. La lotta portata avanti dall’amministrazione comunale contro il caos e il disordine sta continuando e sta diventando sempre più serrata.

 

Già l’anno scorso Palazzo Civico aveva intrapreso una battaglia contro il malcostume dei frequentatori delle vie più chiassose della città. Le lamentele dei residenti avevano fatto scattare le prime restrizioni, accolte dalla perplessità e dalle proteste di molti cittadini.

 

Quest’anno il Comune non è intenzionato a fare sconti e, anzi, si appresta a dare un’altra spallata. Nello specifico, non sarà possibile acquistare alcool da asporto dalle ore 21:00 alle ore 06:00. O almeno, non sarà possibile se non saranno acquistati anche alimenti in adeguata quantità, per accompagnare le bevande e per evitare che vengano aggirate le disposizioni da commercianti e consumatori.

 

Le zone coinvolte

 

Per controllare meglio e per rendere più efficienti i controlli, Palazzo Civico ha incaricato tutte le Circoscrizioni di segnalare le zone e le vie esposte maggiormente a questo fenomeno.

 

La Circoscrizione 1 non ha fornito nessuna indicazione, mentre la 2 ha manifestato preoccupazione solo per la prossima apertura del McDonald’s di piazza Santa Rita. Una novità che, nei giorni scorsi, ha fato intervenire molti residenti (soprattutto anziani), che sono contrari all’arrivo del fast food (complice il possibile aumento del disordine e del caos provocato dai ragazzini, che troverebbero così un nuovo punto di riferimento alla portata).

 

Le Circoscrizioni 3 e 5 non hanno invece offerto alcun parere, al contrario della Circoscrizione 4, molto attiva per la sua vastità. Tra le zone alle quali bisognerà prestare maggiore attenzione sono incluse il Basso San Donato, corso Regina Margherita, corso Svizzera, corso Principe Oddone, corso Umbria e una porzione del quartiere Campidoglio (l’area delimitata dai corsi Lecce e Tassoni e dalle vie Medici e Balme).

 

Fioccano invece le vie segnalate dalla Circoscrizione 6. Nell’elenco risultano i corsi Vigevano e Novara, le vie Sempione, Cimarosa, Aosta, Sempione Rondissone, Salassa e piazza Respighi.

 

Anche la 7, in particolar modo con i quartieri Vanchiglia e Aurora, fa sentire la sua presenza in maniera massiccia. Le disposizioni dovrebbero riguardare i corsi Regina Margherita, San Maurizio, Vigevano, Verona, Novara, Regio Parco, le vie Bologna, Napione, Cecchi, Mondovì , lungo Dora Napoli, lungo Dora Firenze e piazza Baldissera.

 

La 8, infine, ha fornito la propria posizione sui corsi Vittorio Emanuele II, Dante e Massimo D’Azeglio e, ovviamente, su via Nizza.

 

A breve sarà chiamato ad esprimersi il Comune, che prenderà atto delle proposte e ufficializzerà i provvedimenti.

 

(Foto tratta da Cronaca Torino)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here