Home Articoli HP Sciopero di 24 ore, un altro venerdì a piedi

Sciopero di 24 ore, un altro venerdì a piedi

1888
SHARE
Sciopero di 24 ore, un altro venerdì a piedi
Sciopero di 24 ore, un altro venerdì a piedi
Tempo di lettura: 1 minuto

8 giugno, sciopero generale

Per venerdì 8 giugno è stato indetto uno sciopero di 24 ore dei mezzi pubblici per ben 24 ore.

Tale evento si inserisce nel più grande sciopero generale dei trasporti pubblici locali indetto da Faisa-Cisal, Fast-Confsal e Usb – Lavoro Privato.

Ancora una volta, al centro della protesta, la volontà dei lavoratori e dei Sindacati di farsi sentire, di dire no alla progressiva privatizzazione del loro operato.

I toni dello sciopero

USB Gtt e Faisa Canova sono pronti a scendere in campo per tutelare i diritti dei lavoratori all’interno dei grandi cambiamenti che il mondo del lavoro sta attraversando in questo periodo.

Venerdì 8 giugno queste sigle scenderanno in strada e manifesteranno sotto agli uffici della Gtt stessa a partire dalle 12.00; il corteo si dirigerà poi alla volta del Comune di Torino.

Disagi e fasce protette

Come sempre però, a fronte di una giusta protesta per i diritti dei lavoratori, ci saranno numerosi disagi per i passeggeri. Lavoratori, pendolari e avventori dei mezzi pubblici si ritroveranno nuovamente a spostarsi esclusivamente nelle fasce protette per 24 ore.

Dalle 6.00 alle 9.00 e dalle 12.00 alle 15.00, come sempre, il servizio urbano, metropolitano e sub urbano sarà garantito.

Le autolinee extraurbane e il servizio ferroviario (sfm1 Pont-Rivarolo-Chieri e sfmA Torino-Aeroporto-Ceres) garantiranno da inizio servizio sino alle 8.00 e dalle 14.30 alle 17.30.

Alle fasce di garanzia gli utenti potranno trovare l’intero personale in servizio, sia per quanto concerne i dipendenti Gtt che per quanto riguarda la rete ferroviaria.

In merito invece allo sciopero Canova il personale sarà rintracciabile nei medesimi orari delle fasce protette Gtt per servizio urbano, suburbano e extraurbano.



Commenti

Correlato:  Wi fi, entro giugno in tutte le strutture sanitarie
SHARE