Home Articoli HP Ricostruita una porzione di scapola all’Ospedale San Luigi di Orbassano con una...

Ricostruita una porzione di scapola all’Ospedale San Luigi di Orbassano con una protesi su misura

403
SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Ricostruita una porzione di scapola all’Ospedale San Luigi di Orbassano con una protesi su misura: l’operazione è stata effettuata grazie a un elemento in titanio

 

All’Ospedale San Luigi di Orbassano è stato eseguito un altro innovativo intervento.

 

La struttura ospedaliera è conosciuta per essere un centro all’avanguardia per la patologia della spalla. Questo non solo grazie a un personale altamente qualificato, ma anche per le grandi capacità della struttura di Ortopedia e Traumatologia del Dipartimento di Scienze Chirurgiche dell’Università di Torino. Quest’ultima, infatti, è in grado di effettuare interventi di chirurgia ricostruttiva, artroscopici e di sostituzione protesica.

 

È il caso di un giovane paziente, che è riuscito a beneficiare della preparazione dei professionisti del San Luigi per la ricostruzione di parte della scapola. In questi giorni, un ragazzo torinese si è infatti sottoposto a una delicata e complicata operazione.

 

Il giovane aveva subito l’installazione di una protesi anatomica della scapola nel 2005. Con il passare degli anni, la scapola si è progressivamente rovinata. Un processo che ha costretto il paziente a effettuare un altro intervento. Quest’ultimo, avvenuto nella struttura di Orbassano, ha consentito al ragazzo di ristabilirsi con l’apposizione di una protesi su misura in titanio.

 

Una novità in campo sanitario, che è stata testata ancora una volta in una struttura torinese. Una modalità di intervento che potrà rientrare utile per tantissimi altri bisognosi, che si trovano a fare i conti con un simile disagio.

Correlato:  Torino, la "Moon Village Association" sogna di sostituire l'Iss con la Luna


Commenti

SHARE