Home Articoli HP Ospedale Sant’Anna di Torino, il nuovo reparto di maternità accoglierà più di...

Ospedale Sant’Anna di Torino, il nuovo reparto di maternità accoglierà più di 7000 neonati all’anno

410
SHARE

Ospedale Sant’Anna di Torino, aperto al pubblico il nuovo reparto di maternità

Il nuovo reparto universitario di maternità dell’Ospedale Sant’Anna di Torino è pronto ad accogliere i nuovi nati della città.
Il reparto si estende su 1750 metri quadrati. Conta 35 posti letto, 15 camere doppie, 5 singole e molti altri spazi di servizio.
I lavori di rinnovamento del reparto hanno preservato il marmo originale del pavimento dei due corridoi, che è stato restaurato. L’obiettivo di questo restyling è la creazione di zone di attesa e di accoglienza, nonché ambienti che hanno cuore la cura della privacy. Tutte novità che valorizzeranno ulteriormente una tra le strutture ospedaliere più grandi d’Europa e una vera e propria eccellenza della sanità piemontese.
L’intervento di rinnovamento è costato complessivamente 2,5 milioni di euro. A finanziare il progetto è stata principalmente la Compagnia di San Paolo, che ha investito ben due milioni di euro. I restanti 500mila euro sono arrivato dai contributi dell’azienda ospedaliera universitaria e dalla Fondazione Medicina a Misura di Donna.
Inoltre, il reparto è stato adornato da un’opera d’arte donata dal maestro Massimo Barzagli. Si tratta di una grande opera in ceramica fatta da lastre di gres porcellanato ispirata al mondo dei fiori.
L’Ospedale Sant’Anna di Torino aspira ai modelli di infrastruttura sociale presenti in Europa. Con questo restyling che strizza l’occhio all’arte, si sottolinea che il benessere passa anche da luoghi accoglienti, attenti alla sensibilità degli operatori e dei pazienti. Un ambiente armonioso aiuta anche a guarire prima. Oltre alle cure l’aspetto umano rappresenta un fattore importante.
Dunque, grazie a questo nuovo reparto l’Ospedale Sant’Anna di Torino potrà accogliere i nuovi nati in uno spazio adatto ad ospitare momenti di gioia legati alle nascita di nuove vite umane.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here