Home Articoli HP MiTo Settembre Musica: novità di quest’anno i concerti a pagamento!

MiTo Settembre Musica: novità di quest’anno i concerti a pagamento!

1855
SHARE
MiTo Settembre Musica: novità di quest'anno i concerti a pagamento!
MiTo Settembre Musica: novità di quest'anno i concerti a pagamento!

Grandi novità per la kermesse settembrina: da quest’anno alcuni concerti saranno a pagamento!

MiTo Settembre Musica è l’evento più atteso del dopo estate. La musica invaderà due città vicine, Torino e Milano, con 125 concerti dedicati al rapporto tra musica e danza.

Novità di quest’anno… concerti a pagamento. Se le edizioni passate davano la possibilità di partecipare gratuitamente, quest’anno alcuni saranno a pagamento. Non cifre astronomiche, sia chiaro. L’entrata sarà di 3/5 euro mentre quelli al Regio e alla Scala dai 25/30 euro. Gratuiti quelli all’interno delle Chiese.

Tema di questa 41° edizione sarà la danza. Il rapporto che ha la musica con essa. Un legame indissolubile. La rassegna inizierà il 3 settembre per terminare il 19. Quest’anno il festival dura 17 giorni, due in meno dell’anno scorso, e ha un budget di 4 milioni, di cui 2 milioni e 100.000 coperti da Milano. 63 concerti a Torino e 62 a Milano.

Ci saranno eventi dedicati alle danze rinascimentali e barocche, musicisti che suoneranno tango e valzer, musiche note al pubblico. Proprio perché il tema di quest’anno è il legame della musica con la danza, gli organizzatori hanno pensato a degli spettacoli di ballo esclusivi per il festival. Coreografie nuove, mai viste prime e musiche create per l’occasione. Non solo i grandi potranno apprezzare la buona musica ma anche i piccoli: tanti eventi per i bambini e ragazzi.

Per conoscere i vari concerti della kermesse, vi lasciamo i link:

Gli ospiti presenti saranno molteplici. Spicca la presenza di Martha Argerich, «maestra» del pianoforte, che proporrà il Concerto di Schumann e quella di Elisso Virsaladze che, insieme all’Orchestra del Regio di Torino, presenterà il Concerto di Čajkovskij. Ci saranno anche: Loyset Compère con la “Missa Galeazescha” e la ricostruzione di un vero e proprio Vespro di inizio Settecento affidata allAcademia Montis Regalis diretta da Alessandro De Marchi

 

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here