Home Articoli HP Linea 2 della metro di Torino, Barriera di Milano fuori dal progetto

Linea 2 della metro di Torino, Barriera di Milano fuori dal progetto

12331
SHARE

Il deposito mezzi verrà collocato in zona Mirafiori: Torino nord e Barriera di Milano si ritroveranno fuori dal progetto della Linea 2 della metro di Torino.

Il primo progetto della Linea 2 della metro di Torino risale, ormai, al biennio 2006-2008, ma nel giro di 10-12 anni le cose sono nettamente cambiate. Inizialmente, la linea 2 della metro di Torino possedeva un tracciato ben preciso: i due capolinea, infatti, sarebbero dovuti essere Rebaudengo e Cimitero Parco.

Vista la situazione attuale ed i cambiamenti strutturali subiti dalla città di Torino nel corso degli ultimi due lustri, la Systra, società francese incaricata della progettazione della nuova linea sotterranea, è arrivata a compiere delle modifiche sul tracciato ideato in passato. Questa manovra comporterà l’esclusione dell’area Vanchiglia – Rebaudengo. Stando alle ultime notizie trapelate, la linea 2 della metro dovrebbe estendersi dal deposito nell’area di Mirafiori fino ad Orbassano, con la metro che dovrebbe toccare anche San Mauro e Venaria.

Con il nuovo progetto, il tracciato sotterraneo torinese dovrebbe estendersi di circa 13-14 chilometri, arricchendosi di 24 nuove fermate e prevedendo un’affluenza di 170000 passeggeri. Inoltre, secondo la Systra, posizionando il deposito in zona Mirafiori, il bacino potenziale di utenti potrebbe aumentare del 5%.

Una soluzione “politica”, volta anche a ricoprire gli investimenti previsti. Maria Lapietra, assessora ai Trasporti, potrebbe presentare la richiesta dei fondi necessari presso il Ministero entro settembre 2019.

Secondo Nadia Conticelli, presidente della Commissione Trasporti a Palazzo Lascaris, l’amministrazione avrebbe completamente messo da parte Torino Nord: «Con un deposito a Mirafiori, l’amministrazione sta facendo un bel regalo ai privati, aumentando ancora di più il valore immobiliare dell’area che, in questo modo, sarà completamente rinnovata, godendo dei conseguenti benefici […] – spiega Nadia Conticelli – […] Senza un deposito mezzi a Nord, la metropolitana che partirà da Torino Sud, a Rebaudengo non ci arriverà mai. Forse si fermerà ad Einaudi escludendo completamente Barriera di Milano». Ai cittadini torinesi non resta che aspettare gli sviluppi di una vicenda che potrebbe cambiare radicalmente, nel bene e nel male, la situazione dei trasporti del capoluogo piemontese.

Alessandro Decorato

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here