Home Articoli HP Strisce gialle, Gtt si muove per tutelare i residenti: nuovi smartphone in...

Strisce gialle, Gtt si muove per tutelare i residenti: nuovi smartphone in dotazione agli operatori per verificare le targhe

448
SHARE

Strisce gialle, Gtt si muove per tutelare i residenti: nuovi smartphone in dotazione agli operatori per verificare le targhe di coloro che occupano indebitamente gli stalli riservati

 

Per affrontare i problemi relativi alle strisce gialle, Gtt ha in mente nuovi metodi.

 

Il Gruppo Torinese Trasporti, in accordo con il Comune di Torino, ha deciso di dotare gli operatori addetti al controllo dei parcheggi di nuovi smartphone intelligenti. Si tratta di strumenti molto particolari e sofisticati, in grado di controllare la targa dei veicoli in sosta sulle strisce gialle e di verificare se effettivamente l’auto appartiene a un cittadino residente in zona.

 

Quella degli stalli riservati ai residenti è infatti diventata una delle problematiche più sentite dagli automobilisti torinesi. Basti pensare che, con l’esperimento effettuato in zona San Salvario, si sta ragionando sulla possibilità di applicare questa novità anche ad altre aree.

 

Tantissimi torinesi, specie nelle zone in cui la densità delle vetture è più marcata, fanno molta fatica a reperire un posto per il proprio veicolo, tornando a casa. Urge dunque ovviare a questa carenza di spazi per i residenti, con sanzioni per chi non rispetta le regole imposte dalle strisce gialle (ovvero, per coloro che le occupano senza averne diritto).

 

I nuovi smartphone entreranno in funzione sin da subito. Si partirà con un piccolo esperimento, che coinvolgerà solo alcuni operatori, per poi assegnare questa apparecchiatura tutto il personale incaricato.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here