Home Articoli HP Università di Torino, oltre il 75% degli studenti usa bici e mezzi...

Università di Torino, oltre il 75% degli studenti usa bici e mezzi pubblici per raggiungere le sedi dell’ateneo

555
SHARE

Università di Torino, oltre il 75% degli studenti usa bici e mezzi pubblici per raggiungere le sedi dell’ateneo: richiesti maggiori sforzi per potenziare i trasporti sostenibili

 

Altri dati interessanti arrivano dall’Università di Torino.

 

Stando a quanto riportano gli studi e i rapporti del settore Sostenibilità Ambientale dell’ateneo torinese, il 76% degli studenti sceglie i mezzi pubblici o la bicicletta per raggiungere la sede delle lezioni da seguire. Un numero impressionante, che può essere analizzato ancora più a fondo. Le rilevazioni indicano infatti che ben il 52,9% di coloro che giungono lo fanno con un solo mezzo, mentre per il 17,6% sono necessari addirittura tre mezzi. Per il 29% è invece fondamentale usufruire di due tratte diverse, mentre solo l 14% usa mezzi inquinanti.

 

Cifre reali e rassicuranti, che rendono l’idea di come i giovani torinesi (e non) stiano sviluppando una concezione della mobilità sostenibile sempre più importante. Preferire i mezzi pubblici e le bici alle auto è una scelta che comporta una maggior perdita di tempo, ma, nella maggior parte dei casi, può far sì che si guadagni in termini di salute (movimento fisico e minor stress).

 

Le richieste di miglioramento

 

Per migliorare ulteriormente questi dati già ampiamente positivi, studenti e docenti stanno imbastendo un dialogo con le istituzioni. Serve incrementare l’offerta dei pullman ecologici, che circolano ancora in poche unità sul territorio cittadino. Basti pensare alla linea 6 di Gtt, della quale usufruiscono numerosi universitari per arrivare al Campus Einaudi.

 

Tutto ciò, come detto, non basta. Occorre migliorare il trasporto di superficie sia dal punto di vista numerico che dal punto di vista dell’efficienza, poiché sono ancora tanti i mezzi datati e poco confortevoli e adeguati. Specie nelle ore di punta, dove sono studenti e lavoratori a trovarsi in condizioni non esattamente piacevoli visto il sovraffollamento degli autobus.

 

Lo spostamento green è inoltre una tematica che coinvolge da vicino anche i professori. Questi ultimi, infatti, utilizzano frequentemente le auto elettriche per spostarsi da una sede all’altra e per tenere le proprie lezioni. Ragion per cui, a più riprese, proprio i docenti si sono fatti avanti per una installazione più capillare delle colonnine di ricarica.

 

Insomma, Torino guarda al futuro sul fronte della mobilità, partendo dalla diffusione delle nuove abitudini già tra le nuove generazioni.

(Foto tratta da Trasporti info)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here