Home Articoli HP Trasporti, a Torino bene la metro, ma bisogna migliorare il trasporto pubblico:...

Trasporti, a Torino bene la metro, ma bisogna migliorare il trasporto pubblico: prevale l’uso dell’auto

874
SHARE

Trasporti, a Torino riscuote successo la metro, ma bisogna migliorare il trasporto pubblico di superficie: prevale l’uso dell’auto

I trasporti, a Torino, sono in costante evoluzione.
L’utilizzo dell’auto, sempre molto diffuso, sta facendo largo anche all’impiego della metro. Non si può dire lo stesso di autobus e tram, poiché le carenze presentate dai servizi del trasporto pubblico di superficie sono evidenti.
A portare alla luce un quadro della situazione generale in città ha pensato Altroconsumo, che ha analizzato le caratteristiche del trasporto privato e pubblico di quattro città italiane. Parliamo di TorinoMilanoRoma e Napoli, le cui situazioni presentano condizioni a volte simili e a volte molto distanti.

L’auto e la bici: l’utilizzo dei privati e servizi in condivisione

Tra i fattori di cui Altroconsumo ha tenuto conto non poteva mancare l’uso dell’auto. A Torino e Roma viene utilizzata addirittura in misura maggiore rispetto a Napoli (viaggiano con mezzo privato il 74% di torinesi e romani, il 65% dei milanesi e il 62% dei napoletani), se si parla di mezzi privati.
Se invece si parla di servizio di car sharing, i capoluoghi piemontese e lombardo svettano rispetto alle altre due città. O meglio, solo rispetto a Roma, poiché a Napoli il servizio non è stato ancora attivato.
Discorso diverso per le biciclette. Le piste ciclabili poco curate o incomplete, la guida pericolosa degli automobilisti (triste dato di fatto di tutte le città italiane) e altri fattori non invitano all’utilizzo del mezzo ecologico per eccellenza.
I servizi di bike sharing sembrano funzionare bene a Torino e Milano. Qui sono sbarcate numerose compagnie private, che propongono un servizio a flusso continuo, affiancato a quello pubblico (come TOBike).

Tram, autobus e metro: gli aspetti su cui lavorare

In alcune realtà italiane, nonostante l’abitudine a utilizzare occasionalmente i veicoli pubblici, sta aumentando la tendenza a spostarsi con mezzi alternativi.
In questo senso, è Milano la città che invita più di ogni altra a usufruire del trasporto pubblico, perché i costi sono inferiori rispetto alle altre città prese in esame.
Nonostante ciò, i mezzi pubblici sono considerati ovunque ancora poco competitivi rispetto a quelli privati. È il caso di Torino, che vede un grande indice di gradimento per la metropolitana, ma che si trova a fare i conti con forti ai pullman e ai tram. Questo nonostante la città della Mole sia considerata una delle più efficienti a livello nazionale.
Torino il 36% usa i bus, il 27% i tram, il 19% la metropolitana, con quest’ultima che sta facendo registrare una netta crescita. Occorre lavorare molto sull’aspetto degli autobus e dei tram, spesso molto datati, inquinanti e poco efficienti (i guasti sono all’ordine del giorno). Una serie di condizioni negative, alle quali si sta cercando di porre rimedi adeguati.
In questo senso, fanno riflettere anche u dati delle altre città, per capire la situazione torinese. A Milano oltre il 50% la metro, il 37% l’autobus, il 29% il tram. A Napoli il 35% prende la metro, il 32% il bus e solo il 2% sale sul tram. A Roma invece il 30% utilizza l’autobus, il 21% la metro e l’8% il tram.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here