Home Articoli HP Tumore al seno, l’ospedale Sant’Anna di Torino è terzo in Italia e...

Tumore al seno, l’ospedale Sant’Anna di Torino è terzo in Italia e primo in Piemonte per numero di interventi

1363
SHARE
Tumore al seno, l’ospedale Sant’Anna di Torino è terzo in Italia e primo in Piemonte per numero di interventi
Tumore al seno, l’ospedale Sant’Anna di Torino è terzo in Italia e primo in Piemonte per numero di interventi

Tumore al seno, l’ospedale Sant’Anna di Torino è al terzo posto in Italia e al primo posto in Piemonte per numero di interventi

 

Per quanto riguarda il tumore al seno, l’ospedale Sant’Anna di Torino è sicuramente una delle migliori strutture in tutto il territorio torinese, piemontese e italiano.

 

Stando a quanto riporta uno studio di doveecomemicuro.it, questo ospedale risulta essere il terzo in Italia per volume di interventi. Inoltre, occupa la prima posizione in Piemonte in questa particolare graduatoria.

 

Il portale di public reporting delle strutture sanitarie italiane ha portato avanti un’indagine molto interessante sull’efficienza degli ospedali, per osservare quali di essi riescono ad accogliere un numero maggiore di pazienti. Il tumore al seno è purtroppo una patologia che affligge una donna su otto, e si configura come uno dei più diffusi e più gravi carcinomi nel nostro Paese, e non solo. La buona notizia, però, è che grazie alla prevenzione e ai nuovi strumenti messi a disposizione dal progresso scientifico in campo sanitario, è sempre più facile contrastare e questo tipo di tumore. Oggi, infatti, è molto più difficile morire per questo genere di neoplasie.

 

Tra i dati riportati si può notare come il Sant’Anna sia stabilmente in cima alle preferenze di coloro che si sottopongono a questo tipo di intervento. Qui sono stati effettuati ben 942 interventi chirurgici per tumore maligno alla mammella e 744 interventi chirurgici per isterectomia. Numeri che rendono l’idea della capacità del Sant’Anna di offrire un servizio che abbina la qualità alla quantità, nonostante le operazioni in questione presentino sempre un elevato grado di complessità.

 

(Foto tratta da Museo Torino)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here