Home Articoli HP Take away, a Torino aumentano i “pigri: un torinese su tre si...

Take away, a Torino aumentano i “pigri: un torinese su tre si fa portare il cibo a casa

421
SHARE

Take away, a Torino aumentano i pigri ai fornelli: per mancanza di tempo o di voglia di cucinare uno su tre si fa portare a casa il cibo

Il take away, a Torino, è una pratica sempre più diffusa.
Secondo un’indagine di Nielsen, portata avanti per conto di McDonald’s, un torinese su tre si fa portare a casa il cibo almeno una volta a settimana. Stando ai dati raccolti dal rapporto, nella nostra città sono sempre più numerosi coloro che scelgono di far arrivare a domicilio il pasto, soprattutto se si tratta del pranzo. La spesa media è di 13 euro a ordinazione.
Tra gli intervistati, circa il 33% ha dichiarato di aver aumentato gli ordini a domicilio nell’ultimo anno. Il 54% ha invece specificato che spesso si ricorre alle ordinazioni perché non si ha voglia o tempo di cucinare, o semplicemente perché si desidera godere di un po’ di relax. Il 53% ha espresso un parere favorevole sulla qualità del servizio di cui usufruisce, ritenendolo anche adatto per fare bella figura quando ci sono degli ospiti.
Un dato curioso su questa indagine riguarda i luoghi diversi dal proprio domicilio in cui si vorrebbe ricevere il cibo. Il 30% desidererebbe gustare il proprio pasto in piazza Castello, il 14% alla Reggia di Venaria e un altro 14% vorrebbe addirittura ricevere il cibo all’Allianz Stadium.
Una indagine mirata, quella di McDonald’s, che sta per lanciare il servizio di consegna a domicilio McDelivery. Un passo in avanti per la catena di fast food, che mira a investire per aumentare il proprio giro d’affari a Torino e in tutto il Piemonte.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here