Home Articoli HP Selfie pericolosi, a Torino dilaga il fenomeno: salvati nove adolescenti sul tetto...

Selfie pericolosi, a Torino dilaga il fenomeno: salvati nove adolescenti sul tetto del capannone Lancia

3103
SHARE
Selfie pericolosi, a Torino dilaga il fenomeno: salvati nove adolescenti sul tetto del capannone Lancia
Selfie pericolosi, a Torino dilaga il fenomeno: salvati nove adolescenti sul tetto del capannone Lancia

Selfie pericolosi, a Torino dilaga il fenomeno: nove ragazzini sono stati salvati dalla polizia mentre si stavano scattando delle foto sul tetto del capannone Lancia

 

I selfie pericolosi, a Torino, sono uno dei fenomeni più pericolosi e, purtroppo, maggiormente diffusi nell’ultimo periodo.

 

Questa pratica consiste nel recarsi in luoghi che presentano numerosi pericoli, come stabilimenti dismessi, edifici abbandonati o grattacieli. A Torino è anche nato un gruppo di esperti di parkour. Coloro che ne fanno parte vagano per la città in cerca di posti da brivido, per poi filmarsi con il proprio cellulare nel momento in cui si trovano in situazioni a dir poco rischiose.

 

L’ultimo esempio di questo strano fenomeno giovanile è accaduto lo scorso 25 aprile. In una giornata sostanzialmente tranquilla, caratterizzata dalla Festa della Liberazione, un gruppo di nove ragazzi ha pensato bene di fare un’escursione all’ex capannone Lancia di largo Lanza. Una struttura abbandonata, che si articola su cinque piani e che presenta svariate criticità. Una su tutte è il tetto, fatiscente e pericolante. Proprio fin qui sono arrivati i ragazzi, tutti con un’età compresa tra i 15 e i 16 anni.

 

Durante la loro visita al capannone, i giovani sono stati visti da alcuni residenti, che hanno immediatamente avvertito la polizia. Gli agenti, una volta giunti sul posto, hanno faticato parecchio per convincere gli adolescenti a scendere. Molto complicate anche le manovre per portarli al sicuro, visto che i poliziotti hanno rischiato più volte di infrangere il tetto e di cadere nel vuoto.

 

I nove autori della bravata sono stati riconsegnati alle famiglie. Ora rischiano di essere denunciati per invasione di edificio.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here