Home Articoli HP Sta per nascere il Competence Center del Lingotto: investimento da 40 milioni...

Sta per nascere il Competence Center del Lingotto: investimento da 40 milioni per un centro di ricerca

3075
SHARE

Il Competence Center del Lingotto sta per nascere: investimento da 40 milioni per costruire in un centro di ricerca e in una fabbrica innovativa

Il Competence Center del Lingotto è sicuramente uno dei progetti più affascinanti per il futuro della nostra città.
Si tratta di un nuovo e rivoluzionario centro di ricerca, che si proporrà come punto di riferimento dell’industria 4.0. Sarà realizzato in uno spazio di 3mila metri quadrati, all’interno dei quali i lavori inizieranno subito. Già, perché l’obiettivo è quello di rendere realtà questa iniziativa entro cinque mesi.
Il progetto, che mira a ottenere i 40 milioni di euro stanziati dal Governo, è portato avanti dall’Università di Torino e dal Politecnico. Su di esso puntano anche numerose aziende del territorio (in tutto 27). Tra queste troviamo Fca, Eni, Iren, Tim, Leonardo e Thales Alenia Space. Colossi di ogni settore, interessati a partecipare e a dare il proprio contribuito.

Gli obiettivi del progetto

Il Centro di Competenza avrà l’obiettivo di realizzare un ampio programma di attività sui processi manifatturieri innovativi, come Additive Manufacturing.
Sarà fondamentale genere conto degli aspetti relativi allo sviluppo di nuove tecnologie come la robotica collaborativa e nuovi materiali, come gli acciai innovativi, le leghe leggere e i materiali plastici.
Si farà inoltre riferimento alle nuove tecnologie ICT, per arrivare all’efficientamento energetico dei processi e allo sviluppo di nuovi modelli di business.
Il Competence Center del Lingotto sarà inoltre attivo per erogare servizi di orientamento e di formazione alle imprese, in particolare alle Pmi, e di attuazione di progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale. Saranno principalmente interessati da questa novità i grandi settore produttivi della nostra città e della nostra regione: l’automotive, l’aerospazio e l’industria alimentare.
Una nuova ambiziosa sfida, che potrebbe segnare il rilancio del Lingotto come luogo di produzione. La scelta sulla sede, infatti, non è solo simbolica (data dal ruolo assunto da Torino nello sviluppo del Paese nei decenni). Si tratta di una decisione anche e soprattutto pratica, vista l’attitudine della struttura a ospitare centri di produzioni.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here