Home Articoli HP Sanità, a Torino progettato un software in grado di verificare lo stato...

Sanità, a Torino progettato un software in grado di verificare lo stato di coscienza dei pazienti in coma

1433
SHARE

Sanità, a Torino progettato un software in grado di verificare lo stato di coscienza dei pazienti in coma: il progetto finanziato dalla Fondazione Cassa Risparmio di Torino

Torino è stato progettato un software in grado di verificare lo stato di coscienza dei pazienti in coma.
Si tratta di una rivoluzionaria scoperta nell’ambito della sanità, che si basa sull’utilizzo di computer in grado di analizzare il cervello delle persone. Lo scopo dell’analisi è quello di rilevare le intenzioni motorie dei pazienti, senza tenere conto dei tentativi di movimento visibili esternamente.
Nello specifico, sarà possibile effettuare l’analisi di parametri elettrofisiologici (Elettroencefalografia, EEG) ed elettromiografici (Elettromiografia, EMG). Sarà dunque più chiara la distinzione tra i movimenti intenzionali e movimenti riflessi. In questo modo, i pazienti avranno l’opportunità di usufruire di diagnosi migliori, poiché i dottori saranno in grado di recepire le intenzioni dei ricoverati.
Alla progettazione sarà affiancata l’applicazione sperimentale, che è in corso di svolgimento presso il Centro Puzzle. Proprio quest’ultimo è il principale coordinatore del progetto, che riceve il sostegno economico della Fondazione Cassa Risparmio di Torino. Riveste in questo senso un ruolo di fondamentale importanza anche la collaborazione con la Città della Salute di Torino, con il Dipartimento di Automatica e Informatica del Politecnico di Torino, con il Dipartimento di Psicologia dell’Università di Torino e con il Neural Computation Laboratory dell’Istituto Italiano di Tecnologia a Rovereto.
Una splendida notizia, che aiuterà senz’altro a risolvere i numerosi casi di coma. Una spiacevole eventualità che, ogni anno, colpisce circa 250mila persone con cause ed effetti diversi, e che ora potrà essere affrontata con strumenti maggiormente all’avanguardia.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here