Home Articoli HP Presentato il progetto per la riqualificazione di via Nizza: a maggio avvio...

Presentato il progetto per la riqualificazione di via Nizza: a maggio avvio ai lavori

655
SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Viabilità, presentato il progetto per la riqualificazione di via Nizza: a maggio saranno avviati i lavori, che si concluderanno a fine 2019

È stato presentato a Palazzo Civico il progetto per la riqualificazione di via Nizza.
Dopo un lungo periodo di attesa, sono stati resi noti finalmente i dettagli che riguardano i prossimi cambiamenti del tratto di strada compreso tra piazza Carducci e corso Vittorio Emanuele II.
L’azienda vincitrice della gara d’appalto è stata la Bitux. Le opere costeranno in tutto 2 milioni e 332mila euro, e saranno finanziate con il Piano Operativo Nazionale Città Metropolitane 2014-2020. Si inizierà subito, nei primi giorni del mese di maggio, mentre la conclusione è prevista per novembre 2019.
Non ci sarà la chiusura al traffico della via, che continuerà a rimanere percorribile per i mezzi pubblici e privati. Al posto di una divisione in lotti si opterà per la suddivisione dei lavori in trenta fasi di avanzamento. Si procederà con due isolati per volta, per non creare troppi disagi.

Dettagli delle operazioni

L’obiettivo principale del progetto di riqualificazione di via Nizza è la redistribuzione degli spazi pubblici. Priorità dunque a pedoni e ciclisti, e meno attenzione ai veicoli.
Nello specifico, si andrà a ridurre lo spazio riservato alle automobili, con il restringimento della carreggiata, a tutto vantaggio di piste ciclabili e marciapiedi. Questi ultimi saranno riqualificati e saranno aggiunti altri 5mila e 500 metri quadrati di spazi dedicati ai pedoni.
Saranno inoltre realizzati 2mila e 250 metri di pista ciclabile a senso unico di percorrenza e 1200 metri di pista ciclabile a doppio senso di marcia.
Saranno invece soggetti a forti riduzioni i parcheggi: è prevista infatti l’eliminazione di 120 posti auto. Destino opposto per gli alberi: ne saranno piantati altri 80.
Per quanto riguarda i particolari, è prevista l’installazione di pannelli educativi sulla sicurezza stradale. Inoltre, le attività commerciali della zona saranno promesse con segnalatori e cartelli.
Infine, le persone con disabilità potranno usufruire di appositi disegni e materiali per riconoscere marciapiedi e piste ciclabili.
(Foto tratta da Sunsalvario)


Commenti

Correlato:  Torino, dal 2018 i Murazzi riaprono con i "distretti della movida"