Home Articoli HP Torino, le Salumerie Falchero sottoposte ai controlli dei Nas: sanzioni e sequestri...

Torino, le Salumerie Falchero sottoposte ai controlli dei Nas: sanzioni e sequestri dopo un’intossicazione alimentare collettiva

1652
SHARE
Torino, le Salumerie Falchero sottoposte ai controlli dei Nas: sanzioni e sequestri dopo un’intossicazione alimentare collettiva
Torino, le Salumerie Falchero sottoposte ai controlli dei Nas: sanzioni e sequestri dopo un’intossicazione alimentare collettiva

Torino, le Salumerie Falchero sottoposte ai controlli dei Nas: sanzioni e sequestri dopo l’intossicazione alimentare di quindici persone

 

A Torino, le Salumerie Falchero sono state l’ennesimo locale oggetto di controlli dei Nas. In questo ultimo periodo, le forze dell’ordine hanno letteralmente perlustrato da cima a fondo numerose attività. Ispezioni che hanno portato, nella maggior parte dei casi, a denunce e sequestri, come quelli avvenuti in diversi ristoranti etnici e nel bar Pascià di via Nizza.

 

Questa volta è toccato a uno dei locali più gettonati del Quadrilatero Romano. Le Salumerie Falchero, in via San Domenico 7, hanno ospitato in questi giorni una festa di compleanno, alla quale hanno preso parte diciassette persone. Quindici di esse si sono trovate a fare i conti con una intossicazione alimentare, dopo aver degustato antipasti e piatti.

 

Dopo la denuncia sporta dai commensali, si sono subito presentati i Nas, per effettuare i controlli sulla merce. Ebbene, le forze dell’ordine hanno sequestrato sessanta chilogrammi di alimenti e hanno riscontrato non poche irregolarità, per le quali il titolare è stato denunciato.

 

I problemi più evidenti erano dati dalla grande quantità di cibo scaduto e dalla mancata segnalazione degli alimenti congelata. Inoltre, della salsiccia normalmente acquistata in macelleria era stata contrassegnata indebitamente come “salsiccia di Bra”, mentre numerosi alimenti originariamente freschi sono stati congelati irregolarmente.  I carabinieri hanno poi precisato che le sanzioni sono state erogate anche per le carenze igieniche, sanitarie e strutturali del locale.

 

Insomma, una brutta storia che ha riguardato, per l’ennesima volta, un negozio torinese.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here