Home Articoli HP Torino, la Nuvola Lavazza apre al pubblico sabato 14 aprile: in programma...

Torino, la Nuvola Lavazza apre al pubblico sabato 14 aprile: in programma visite guidate

19548
SHARE
Torino, la Nuvola Lavazza apre al pubblico sabato 14 aprile: in programma visite guidate
Torino, la Nuvola Lavazza apre al pubblico sabato 14 aprile: in programma visite guidate
Tempo di lettura: 1 minuto

Torino, la Nuvola Lavazza apre al pubblico sabato 14 aprile: in programma visite guidate per i partecipanti

 

A Torino, la Nuvola Lavazza apre ufficialmente al pubblico nella giornata di sabato 14 aprile.

 

Per l’occasione, sono state organizzate delle visite guidate per i partecipanti, per dare modo a coloro che ne hanno intenzione di ammirare la bellezza di questo innovativo e rivoluzionario edificio. Dopo la grande inaugurazione, avvenuta nella giornata di giovedì 12 aprile (alla presenza dei vertici aziendali e dei media), Nuvola apre le proprie porte per accogliere i torinesi.

 

La nuova casa della Lavazza sorge nel quartiere Aurora, all’angolo tra via Bologna e corso Novara, è finalmente pronta per le nuove sfide dell’azienda. Un complesso esteticamente molto attraente e dalle caratteristiche molto particolari, che è stato progettato dall’architetto Cino Zucchi e che contribuirà in maniera non indifferente al rilancio della zona coinvolta.

 

Per realizzare questo progetto è stato necessario intervenire sull’area dismessa dell’ex Centrale elettrica. Il gruppo ha investito una cifra di poco superiore ai 120 milioni di euro. La somma è stata impiegata per la costruzione della sede dell’azienda, del museo (che sorge accanto), di un ristorante basato sulla cucina molecolare (Condividere, proposto da Ferran Adrià e affidato a Federico Zanasi), del bistrot aperto ai dipendenti e ai visitatori e di un’area archeologica nella piazza aperta alla città, dove si trovano i resti di una basilica paleocristiana.

Correlato:  Dopo 58 anni chiude a Torino il Bar della Borsa: se ne va un pezzo di storia della città

 

Insomma, un gioiello che rivitalizza una parte trascurata della nostra città, e che ora si rende disponibile anche per i curiosi e gli interessati.



Commenti

SHARE