Home Articoli HP Turismo, in Piemonte un 2017 da record: sono giunti quasi 6 milioni...

Turismo, in Piemonte un 2017 da record: sono giunti quasi 6 milioni di visitatori esteri e oltre 8 milioni di italiani

306
SHARE

Turismo, in Piemonte un 2017 da record con quasi 6 milioni di visitatori esteri e oltre 8 milioni di italiani: picco massimo in estate, bene Torino e i laghi

 

Il turismo, in Piemonte, si è rivelato ancora una volta un settore di sicuro affidamento per l’economia locale.

 

Un ambito in cui la nostra regione è cresciuta molto nell’ultimo decennio, e nel quale continua a togliersi grandi soddisfazioni. Secondo i dati raccolti ed elaborati dall’Osservatorio turistico regionale, sono stati registrati di 5 milioni di arrivi in Piemonte, per un totale di 14 milioni e 900mila pernottamenti. Di questi circa 15 milioni di persone, ben 5 milioni e 800mila erano provenienti dall’estero, mentre i restanti 8 milioni e 100mila erano italiani. In totale, i turisti italiani sono aumentati in un solo anno del 6,6% come arrivi e del 5% in termini di presenze. L’incremento rispetto al 2016 è stato ancora più marcato per quanto riguarda gli stranieri, con un bel +8,8% di arrivi e un +8,3% di presenze.

 

Provenienza dei turisti

 

Come sottolineato in precedenza, nel 2017, è stato notevole il miglioramento dei risultati dei turisti stranieri ospitati rispetto al 2016.

 

Nel 2017 sono stati ben 2milioni gli arrivi e più di 6milioni i pernottamenti. I progressi più significativi sono stati registrati dai mercati di Germania e Francia e dei Paesi del Nord Europa. I tedeschi si sono piazzati al primo posto con 380mila arrivi e 1milione e 500mila presenze (+10,8% e +13,7% rispetto all’anno precedente). Seconda piazza per i francesi, con circa 340mila arrivi e oltre 755mila pernottamenti (+13,6% e +13,2% rispetto al 2016). Bene anche gli arrivi dalla penisola scandinava, soprattutto dalla Svezia, con più di 80mila arrivi e circa 260mila presenze (+11,1% e +10,2%).

 

Risultati degni di nota sono stati prodotti anche dalla Svizzera (+9,9% per quanto riguarda gli arrivi e +9,4% di presenze), Regno Unito (incremento del 6,4% per arrivi e del 9,8% per le presenze). Buone notizie anche dai mercati di Belgio, Olanda e Lussemburgo, che hanno fatto registrare nel complesso un +2,7% di arrivi e un bel +6,6% di presenze.

 

Periodi e luoghi preferiti

 

L’analisi dell’Osservatorio turistico regionale non si limitano solo ai numeri complessivi.

 

I dati hanno mostrato che il periodo più prolifico per il turismo, in Piemonte, è quello estivo. Nella stagione più calda dell’anno, infatti, si concentra il 60% del totale degli arrivi, specialmente nei mesi di giugno e luglio. Questi due mesi hanno mostrato le crescite più significative dal 2016 al 2017, con crescite rispettivamente del 22% di arrivi e del 24% di presenze a giugno e del 9% di arrivi e del13% di presenze a luglio.

 

Tra le varie realtà piemontesi,la Città di Torino ha fatto registrare 1 milione e 200mila arrivi (+8,41% rispetto all’anno precedente) e 3 milioni e 700mila presenze (+1,51% rispetto al 2016). Le Atl di Turismo Torino e Provincia e del Distretto dei Laghi sono infatti risultate le mete più gettonate. Il capoluogo piemontese ha raggiunto quota 7 milioni di presenze con oltre 2milioni 400mila arrivi, la seconda ha superato un milione e 100mila arrivi e 3milioni 900mila presenze. Segnali ampiamente positivi per montagne, colline e laghi del sud del Piemonte, che hanno riscosso il gradimento dei turisti del nord e del centro Europa.

 

Infine, per quanto riguarda i luoghi preferiti dai visitatori per trascorrere il proprio soggiorno torinese, scendono le presenze alberghiere: nonostante il + 5,41% di arrivi, le presenze sono calate dello 0,49%. In crescita invece le extra-alberghiere , con un ottimo +37,6% di arrivi e +5,33% di presenze. Incide, in questo senso, il sempre più diffuso utilizzo di AirBnb.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here