Home Articoli HP Riapre l’Orto Botanico di Torino, una moltitudine floreale da tutto il mondo

Riapre l’Orto Botanico di Torino, una moltitudine floreale da tutto il mondo

1041
SHARE
Riapre l'Orto Botanico di Torino, una moltitudine floreale da tutto il mondo
Riapre l'Orto Botanico di Torino, una moltitudine floreale da tutto il mondo

All’interno del Parco del Valentino si trova l’Orto Botanico che racchiude in sé svariate tipologie di piante e di fiori. Esso fa parte del Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dell’Università degli Studi di Torino.

L’Orto Botanico di Torino risale al XVIII secolo, infatti la sua è una storia molto antiquata. Questo luogo, a tratti magico, parte con l’istituzione del Regio Orto Botanico. Inizialmente erano presenti solo pochi alberi. Dopodiché, verso la metà dell’Ottocento, vennero inserite serre calde per la vegetazione tropicale, serre fredde, arancere e tante altre tipologie di arbusti che arricchirono la zona chiamata “Boschetto”. Alla fine del secolo l’area migliorò notevolmente con l’aggiunta di una grande aula ad emicliclo e numerosi laboratori.

Apertura al pubblico dell’Orto Botanico

Nel 1997 si decise che i torinesi avrebbero assolutamente dovuto vedere con i loro occhi questo luogo incantato, perciò si decise di aprirlo al pubblico. Ogni anno, migliaia di persone, si dirigono per visitare e ammirare le specie vegetali racchiuse all’interno dell’Orto Botanico di Torino.

Il luogo è suddiviso in sei parti differenti:

  • boschetto (qui ci sono gli antichi esemplari di Fagus sylvatica, Taxus baccata, Ginkgo biloba, Cedrus libani e Quercus robur);
  • alpineto (un complesso di aiuole rocciose silicee e calcaree che riproduce l’ambiente naturale di montagna)
  • giardino (con alberi monumentali, aiuole e tantissimi esemplari di fiori);
  • serra tropicale (contiene numerosi esemplari di piante tropicali come le Orchidee), delle succulente (con esemplari di piante che si adattano al clima arido) e delle piante del Sud Africa (con oltre 500 specie importate dal continente africano).

Se volete approfondire la visita, l’Orto Botanico di Torino mette a disposizione diversi percorsi tematici e visite guidate per appassionati e non. Inoltre dato che vi trovate all’interno del Parco del Valentino, è d’obbligo fare una bella passeggiata al Giardino Roccioso e al Borgo Medievale. 

Info Utili

Indirizzo: 
Viale Pier Andrea Mattioli, 25 – 10125 Torino

Orario 2018 (dal 14 aprile al 28 ottobre): 
Dal lunedì al venerdì: dalle 9:00 alle 12:00.
Sabato: dalle 15:00 alle 19:00.
Domenica e Festivi: dalle 10:00 alle 19:00.
Visite guidate per le scuole: dal lunedì al venerdì: dalle 9:00 alle 17:00 (tutto l’anno, solo su prenotazione telefonica).

Tariffe: 
Biglietto intero: 5,00 €.
Biglietto ridotto: 3,00 € (bambini dai 6 ai 12 anni, adulti over 65, soci T.C.I., soci FAI, disabili e accompagnatori disabili, Torino+Piemonte Card).
Gratuito per i possessori Abbonamento Musei Torino Piemonte, per i bambini sotto i 6 anni e per gli iscritti all’Associazione Amici dell’Orto Botanico di Torino.

Per ulteriori informazioni sulle riduzioni dei biglietti, sui mesi di apertura e le visite guidate potete consultare il sito dell’Orto Botanico di Torino.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here