Home Articoli HP L’autostrada Torino-Savona perde cinque aree di servizio: saranno sostituite da distributori automatici

L’autostrada Torino-Savona perde cinque aree di servizio: saranno sostituite da distributori automatici

4789
SHARE

L’autostrada Torino-Savona perde cinque aree di servizio: saranno sostituite da distributori automatici, come disposto da un decreto interministeriale

L’autostrada Torino-Savona perde ufficialmente cinque aree di servizio.

Il tratto autostradale, noto come “autostrada delle vacanze”, sarà interessato dalla chiusura di ben cinque stazioni. La disposizione verrà applicata a causa di un decreto interministeriale del 7 agosto 2015, emanato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e dal Ministero dello Sviluppo Economico. Una decisione che rientra nel “Piano di ristrutturazione della rete delle Aree di Servizio”, che pone come data di scadenza il 31 dicembre 2018 per la restituzione delle aree libere da persone e cose.

Le pompe di carburante e i locali che offrono servizi di ristorazione saranno sostituiti da distributori automatici. I macchinari, che erogheranno panini e bevande al posto dei canonici bar, entreranno in funzione a breve.

Il piano di razionalizzazione coinvolgerà strutture ubicate in entrambi i lati. In direzione da Torino verso Savona saranno chiuse le aree di servizio che rientrano nei comuni di Bra, Mondovì e Altare. In direzione da Savona verso Torino dovranno essere chiuse le aree di servizio nei comuni di Priero e Carmagnola. Addio dunque alle aree di Rio Colorè Ovest, Mondovì Ovest, Case Lidora Ovest, Rio dei Cocchi Est e Priero Est.

Una rinuncia davvero importante per gli automobilisti piemontesi e liguri, che utilizzano frequentemente questo tratto di autostrada sapendo di poter fare affidamento su apposite aree di servizio. Una novità che, però, era già nell’aria da tre anni e che attendeva solo di trovare applicazione.

(Foto tratta da Telecupole.com)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here