Home Articoli HP La Galleria Snos di Torino ripartirà dallo street food e dai ristoranti

La Galleria Snos di Torino ripartirà dallo street food e dai ristoranti

11901
SHARE

La Galleria Snos di Torino sarà riqualificata: la Savigliano srl pronta a investire su progetti enogastronomici

La Galleria Snos di Torino sta per vivere una seconda fase della sua vita.
Il restyling di questa area commerciale, di cui già si era parlato in tempi non sospetti, è una delle priorità maggiormente sentite dalla Circoscrizione 4. Un’area commerciale che richiede interventi e soluzioni per salvare una zona abbandonata al degrado e alla criminalità da troppo tempo.
Il complesso, situato in corso Mortara, in passato ospitava le officine Savigliano, che si distinguevano nella produzione di vagoni ferroviarie. Ora, la struttura versa in condizioni pessime. Ha una lunghezza di 280 metri, lungo i quali sono stati sviluppati e ricavati gli spazi per ben quaranta negozi. Di questi, trentuno hanno deciso di chiudere negli ultimi tre anni.
Un declino rapido e inesorabile, che ha spazzato via il 75% delle attività presenti. Su tre bar ne è rimasto solo uno. Hanno resistito solo un ristorante giapponese, i due supermarket (Il Gigante Lidl) e pochi altri negozi, tra cui l’abbigliamento One’ Ease.
Recentemente hanno lasciato i propri spazi la catena di vendita di videogiochi GameStop e Ottica Avanzi. A breve sarà il turno di UniEuro, che si trasferirà nelle vicinanze. La catena di elettronica si stabilirà in estate nell’ex concessionaria Citroën di piazza Baldissera.
La principale conseguenza di questa decadenza è stata la drastica diminuzione del numero dei clienti, che si è drasticamente ridotto insieme al passaggio generale. Sono inoltre sempre più numerosi i soggetti poco raccomandabili che transitano quotidianamente nella galleria. Ora, però, la nuova speranza è rappresentata dalle nuove luci, installate negli scorsi giorni e in grado di attirare tanti curiosi.

La soluzione proposta dalla proprietà

La Galleria Snos di Torino cerca dunque occasioni di rilancio.
Le novità potrebbero essere portate dalla Savigliano Srl, società che ha acquisito nel 2017 lo shopping center con un investimento di 106mila euro.
La riqualificazione della galleria dovrebbe essere basata sull’apertura di un’area interamente dedicata all’enogastronomia. Ristoranti, negozi di street food e molto altro dovrebbero essere i punti cardine della rinascita. E poi ci sarà un ampio spazio per i negozi di elettronica, oltre alle attività dedicate alla cura della persona e della salute.
Una iniziativa molto ambiziosa, che si pone l’obiettivo di rendere competitivo questo centro commerciale con gli altri già presenti nei paraggi (Parco Dora di via Livorno, Bennet di via Orvieto e nucleo della Spina 4 in via Cigna).
Lo scenario presenta tratti positivi, ma, come hanno previsto i vertici di Savigliano Srl, i dettagli dei vari progetti saranno esposti solo a partire dal mese di maggio. Occorrerà dunque attendere un altro mese per conoscere meglio il destino della Galleria Snos.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here