Home Articoli HP Portici di via Sacchi, il comitato di residenti e commercianti presenta i...

Portici di via Sacchi, il comitato di residenti e commercianti presenta i progetti per il rilancio

276
SHARE

Portici di via Sacchi, il comitato di residenti e commercianti presenta i progetti per il rilancio: cultura, enogastronomia e tanti eventi per far ripartire la via

È ancora apertissima la questione relativa al rilancio dei portici di via Sacchi.
Nell’ultimo periodo, per contrastare un declino ormai evidente ed inesorabile iniziato da circa vent’anni, sono state studiate efficaci ed originali contromosse.
Innanzitutto, sono stati organizzati eventi, che hanno attirato e portato un buon numero di persone a visitare uno degli angoli più caratteristici della città. Tra kermesse enogastronomiche e culturali e incentivi all’apertura di attività nella via, la strada intrapresa è indubbiamente quella giusta.
Il tutto è avvenuto grazie al grande sforzo di “Rilanciamo via Sacchi“, il comitato costituito da residenti, commercianti e professionisti, che hanno l’obiettivo di restituire alla via il suo antico splendore.
Il comitato, a un anno di distanza dalla sua fondazione, intende presentare il resoconto dei risultati raggiunti con un incontro al Bar Muller, alle 20:30, in via Sacchi 18/D. Nel bar, il meeting vedrà la partecipazione di membri del comitato e semplici interessati, che tireranno le somme di quanto è stato fatto e stabiliranno quanto ancora bisognerà fare per eliminare del tutto degrado, sporcizia e povertà.
I primi passi saranno mossi con i grandi eventi che coinvolgeranno prossimamente i portici di via Sacchi. Saranno fondamentali, in questo senso, i collegamenti con il Salone del Gusto e del Salone del LibroRivestiranno un ruolo di grande importanza anche le iniziative specifiche, come #curalavia (dedicata alla ritinteggiatura delle pareti rovinate e imbrattate) e #vivilavia. Molte altre proposte riguarderanno la lotta alla desertificazione commerciale, che sta tanto a cuore ai frequentatori abituati della via, che cercano nuovi punti di riferimento per cancellare l’immagine delle numerose saracinesche abbassate.
Insomma, tanti progetti per rivalutare una via abbandonata a se stessa da troppo tempo. L’ennesimo tentativo per recuperare un prestigioso pezzo di città.
(Foto tratta da Museo Torino)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here