Home Ambiente I locali della movida di Torino rinunciano alle cannucce: l’iniziativa intrapresa per...

I locali della movida di Torino rinunciano alle cannucce: l’iniziativa intrapresa per ridurre l’inquinamento

356
SHARE

I locali della movida di Torino riducono drasticamente la vendita delle cannucce: l’iniziativa è stata intrapresa per ridurre inquinamento e la sporcizia

I locali della movida di Torino si scoprono un po’ più green.
Bar, pub, ristoranti, supermercati e altre attività ubicate a San Salvario e nel Quadrilatero Romanohanno deciso di aderire alla campagna di Marevivo #EcoCannucce #Strawfree. Il progetto, portato avanti grazie alla collaborazione con l’Associazione Culturale Laboratorio Zip + nell’ambito del progetto “Salottino Urbano”, ha l’obiettivo di diminuire l’uso della plastica monouso.
Il contrasto alla diffusione delle cannucce ha lo scopo di ridurre il degrado e la sporcizia di strade, parchi, corso d’acqua e altre superfici, sulle quali vengono gettati questi oggetti subito dopo il loro utilizzo. Una triste realtà che è constatabile non solo in città, ma anche e soprattutto nelle località marittime. Un fenomeno che causa danni sempre più evidenti ai paesaggi e agli animali presenti.
Una proposta interessante, che ha immediatamente trovato il gradimento trasversale di numerose attività commerciali per la nobiltà dell’intento. Parallelamente a questa iniziativa, si sta sviluppando un nuovo progetto collegato: la produzione di cannucce con materiali alternativi. Questi ultimi saranno verosimilmente il vetro, il bambù, l’acciaio e, soprattutto, la carta. Tutto tranne la plastica, che dovrà essere gradualmente eliminata dalla produzione di questi comunissimi oggetti.
(Foto tratta da Bluewin)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here