Home Articoli HP Sperimentazione guida autonoma, Torino primo laboratorio in Italia!

Sperimentazione guida autonoma, Torino primo laboratorio in Italia!

393
SHARE
Sperimentazione guida autonoma, Torino primo laboratorio in Italia!
Sperimentazione guida autonoma, Torino primo laboratorio in Italia!

Sperimentazione guida autonoma, Torino sarà il primo laboratorio in Italia per lo sviluppo del futuro della mobilità.

Sperimentazione guida autonoma, Torino prima città in Italia dove nascerà il laboratorio! Firmato ieri il protocollo d’intesa con case automobilistiche, aziende enti di ricerca e atenei, associazioni di categoria per rendere reale questo studio del futuro.

Il protocollo arriva a poche settimane dal decreto del ministero dei Trasporti, a cui ora le case automobilistiche chiederanno di far partire il testing.

Il Comune darà il nulla osta per il supporto necessario in termini di infrastrutture tecnologiche e fisiche su cui verranno effettuati ulteriori investimenti proprio grazie al protocollo.

Sarà un investimento sull’innovazione per rilanciare la città, renderla unica. La meta finale? Fare di Torino il luogo in cui turisti e cittadini possano usufruire di un’auto a guida autonoma.

Il Sindaco Appendino è felice di questo progetto che porterà positive ricadute economiche sulla città. Le parole del Sindaco: un modo per permettere al territorio e alle sue aziende di costruire una filiera che porterà grandi ricadute economiche, sociali e di mobilità.

Il know-how c’è e le potenzialità anche: a Torino non manca nulla per essere la prima città dove far partire questo progetto avanguardistico. Torino è pronta a questo salto e punta in alto!

Si creerà una sinergia tra Comune e case automobilistiche, le quali dovranno dire quali sono i parametri per il testing. La città dovrà, invece, condividere le infrastrutture sensoristiche e i dati di traffico.

Chi ha firmato il protocollo?

Coloro che hanno firmato sono stati: Fca Group, Gm Global Propulsion Systems, Anfia e Unione Industriale, 5T, Politecnico e Università, Tim, Italdesign Giugiaro.

Il protocollo è aperto all’ingresso di altri partner che possano apportare miglioramenti al progetto. Esso è volto a valorizzare le infrastrutture tecnologiche, creando un modello di mobilità e un indotto nuovi.

“Come 200 anni fa si era creata la filiera dell’auto, oggi Torino può provare a ripetere quel ‘miracolo’ sviluppando un settore in crescita esponenziale e che può cambiare il nostro modo di vivere” dice l’assessore all’Innovazione del Comune di Torino, Paola Pisano.

Open Fiber partner progetto Torino


Open Fiber partecipa alla sperimentazione sulla guida autonoma e connessa, mettendo a disposizione della città la sua infrastruttura di rete a banda ultra larga. L’azienda, del resto, è già al lavoro nella realizzazione di una rete in fibra ottica ultraveloce e nella sperimentazione del 5G.

Torino continua a stupire i suoi cittadini introducendo nuove tecnologie e progetti che apportano innovazione e valore aggiunto alla città.

(credit foto: IRS Aurora)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here