Home Articoli HP Cultura, il primo aprile ci sarà la riapertura del Borgo e della...

Cultura, il primo aprile ci sarà la riapertura del Borgo e della Rocca Medievale di Torino

1466
SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Cultura, il primo aprile ci sarà la riapertura del Borgo e della Rocca Medievale di Torino: l’annuncio arriva dal Comune

La tanto attesa riapertura del Borgo e della Rocca Medievale di Torino sarà realtà a breve.
Il Comune di Torino, nella persona dell’assessora alla cultura Francesca Leon, ha dichiarato la prossima riapertura al pubblico di questi due autentici gioielli della città.
Come precisato anche da Palazzo Civico, l’apertura e la gestione verranno attuati acquisendo i contratti in essere, poi nel futuro verranno realizzati dei bandi per la cura delle strutture e delle attività che si svolgeranno al loro interno.
In tutto ciò è stato rimarcato il passaggio della Rocca e del Borgo Medievale al Comune. Palazzo Civicopuò dunque annoverare tra le sue proprietà entrambi i luoghi.
Come aveva già anticipato anche la sindaca Appendino, sono stati bloccati i tagli alla cultura. Per la manutenzione di queste meraviglie, infatti, la Città potrà disporre di fondi per venire 2 milioni di euro.
Inoltre, è stata stipulata una convenzione di durata decennale con la Fondazione Torino Musei. Attraverso questo accordo resteranno proprietà della partecipata la Galleria d’Arte Moderna, il Museo d’Arte Orientale e Palazzo Madama.
Il passaggio della Rocca e del Borgo Medievale alla Città di Torino è, come già precisato in precedenza, parte del piano di ristrutturazione della Fondazione. Una operazione necessaria, in seguito al taglio alla cultura da un milione e mezzo di euro.
Palazzo Civico interverrà con un investimento di 5 milioni e 445 mila euro annui per la Fondazione, che saranno derogati per almeno dieci anni.
Si tratta di un progetto a lungo termine, che permetterà di gestire i musei con concrete prospettive di crescita e politiche per la valorizzazione delle collezioni e dei capolavori. Ovviamente, l’obiettivo finale è quello di esporre le collezioni e i gioielli della città per aumentare il numero di visitatori provenienti da tutta Italia, oltre che dei turisti internazionali.


Commenti

Correlato:  Terminati i lavori di restauro alla Cappella del Valentino di Torino!
SHARE