Home Articoli HP Ferrovie dello Stato vende gli spazi commerciali di Porta Susa: in arrivo...

Ferrovie dello Stato vende gli spazi commerciali di Porta Susa: in arrivo altri investitori

3328
SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Ferrovie dello Stato vende gli spazi commerciali di Porta Susa: saranno acquistati da nuovi investitori

Gli spazi commerciali di Porta Susa non saranno più gestite da Ferrovie dello Stato.
Fs ha deciso di cedere i locali dedicati alle attività della stazione torinese, che da anni aspetta delle soluzioni che sembrano proprio non voler arrivare. La grande inaugurazione del 2013 non è servita a nulla, così come non è servita la proclamazione di Porta Susa come miglior stazione d’Europa. I locali sono rimasti quasi totalmente vuoti da cinque anni a questa parte. Le uniche attività che hanno trovato posto sono i tre bar, un’edicola, le biglietterie delle compagnie e gli uffici della Polizia. Poi il nulla.
Ora, la società ha scelto di rinunciare alla proprietà di questa immensa area di 5mila metri quadrati. Una decisione maturata dopo la presa di coscienza, da parte dei vertici, dello scarso interesse di commercianti e soggetti potenzialmente idonei a prendere posto nei locali. I numerosi imprenditori contattati, però, hanno sempre lasciato intendere di non volersi sobbarcare costi eccessivi. Il canone di locazione dei negozi, infatti, risulta avere un prezzo proibitivo per molti degli interpellati.

Le possibili soluzioni

Dunque, a breve, i muri saranno ceduti. Presto potrebbe entrare in gioco Grandi Stazioni Retail, la cordata italo-francese Antin-Borletti-Icamap. Un colosso già attivo in Italia e a Torino, che controlla le attività di “travel retail” in 14 stazioni italiane. Qui opera a Porta Nuova.
Non si tratta però dell’unica ipotesi. Si sono fatti avanti anche importanti fondi di investimento, come Lone Star, Altarea e Deutsche Bank. Senza contare che Fs, recentemente, ha confermato la concreta possibilità di vedere in futuro la riconversione della vecchia stazione di Susa in un moderno albergo capace per i viaggiatori. Un progetto ambizioso, già anticipato in precedenza e finanziato a fondi di investimento stranieri.
Insomma, qualcosa sembra muoversi dalle parti di Porta Susa. L’auspicio è che questa stazione abbia a breve il prestigioso che merita.
(Foto tratta da Turin Sweet Turin)


Commenti

Correlato:  Torino, un nuovo supermercato in via Botticelli: sorgerà al posto del complesso Alfa Romeo
SHARE