Home Articoli HP Giardini e marciapiedi sporchi di escrementi di cane, a Torino nuovi provvedimenti...

Giardini e marciapiedi sporchi di escrementi di cane, a Torino nuovi provvedimenti contro i padroni maleducati

4142
SHARE
Tempo di lettura: 1 minuto

Giardini e marciapiedi sporchi di escrementi di cane, a Torino nuovi provvedimenti contro i padroni maleducati: multe troppo poco numerose nel 2017

Sono in arrivo a Torino nuovi provvedimenti contro i padroni maleducati, che non raccolgono gli escrementi dei propri animali.
È questa la decisione della Circoscrizione 2, che ha studiato una apposita strategia per ridurre la sporcizia di giardini e marciapiedi. Questi ultimi risultano essere continuamente sporchi, a causa dei proprietari dei cani che, nella maggior parte dei casi, non raccolgono le feci.
Così, nel quartiere è stata lanciata l’iniziativa “Chi raccoglie semina civiltà“. Una campagna resa pubblica per i primi due mesi tra residenti e commercianti della zona, che potranno conoscere questa novità.
Dopodiché, a partire dal mese di aprile, si passerà alle multe. Le guardie ecologiche inizieranno ad aggirarsi insieme ai vigili, rigorosamente in borghese, ed erogheranno le sanzioni a chi che non rispetterà le regole. Saranno soggetti a pene pecuniarie variabili tra i 50 e i 500 euro coloro che non raccoglieranno le deiezioni dal suolo, chi lascerà il proprio cane incustodito e senza guinzaglio nelle aree giochi per bambini o nelle aree non autorizzate e chi non osserverà le regole per la tutela e il benessere degli animali.
Una serie di misure rigide, che vedranno aumentare esponenzialmente il numero di multe, che sono state appena 13 nel corso del 2017. Un incentivo in più a comportarsi in modo civile.


Commenti

Correlato:  A Torino record trapianti: cinque in 36 ore
SHARE