Home Articoli HP Sottodiciotto Film Festival, omaggio ai Manetti Bros tra cinema e musica

Sottodiciotto Film Festival, omaggio ai Manetti Bros tra cinema e musica

115
SHARE
Tempo di lettura: 2 minuti

Per l’edizione 2018 del festival dedicato ai più giovani, un cartellone di anteprime, inediti, film d’animazione, programmi speciali, focus di approfondimento (il più importante, dedicato ai Manetti Bros), eventi live in cui si intersecano cinema, musica, grafica, fotografia, danza.

Sottodiciotto Film Festival & Campus, diretto da Steve Della Casa e organizzato da Aiace Torino e Città di Torino, giunge alla diciannovesima edizione, che si svolgerà dal 16 al 23 marzo, principalmente al Cinema Massimo di via Verdi, con eventi ospitati in numerose sale cinematografiche torinesi.

Quest’anno il festival dedica un omaggio ai Manetti Bros, proiettando una selezione di cinque titoli, in cui spicca con particolare evidenza il ruolo della musica, tema ricorrente nel cartellone  2018 del Sottodiciotto Film Festival
Accanto al pluricandidato musical in salsa partenopea Ammore e malavita, verranno riproposti Zora la vampira (2000) con la partecipazione straordinaria di Carlo Verdone e con l’allora esordiente Micaela Ramazzotti, ambientato nel microcosmo hip hop di un centro sociale romano, il noir Piano 17 (2005) e il fantascientifico L’arrivo di Wang (2011). Completa la selezione il lungometraggio d’esordio dei due registi, in parte ambientato sotto la Mole, Torino Boys (1997), la cui colonna sonora è oggi diventata un cult per gli amanti dell’hip hop.

Correlato:  Torino e i fantasmi: 5 castelli "infestati" da visitare

In parallelo, il Festival proporrà una selezione di videoclip rap realizzati dai Manetti Bros dagli anni Novanta a oggi per numerosi gruppi, dai Flaminio Maphia agli Assalti Frontali, fino a Piotta. Le proiezioni si svolgono sabato 17 marzo, in una serata speciale, durante la quale i due fratelli registi saranno ospiti d’onore nella neonata sede torinese dell’Universal Hip Hop Museum, presso il centro associativo L’Arteficio.

In apertura, The Breadwinner, il film di animazione che ha gareggiato tra i favoriti nella recente edizione dell’Oscar, prodotto da Angelina Jolie e tratto dal romanzo Sotto il burqa: una straordinaria storia di resilienza al femminile nell’Afghanistan sotto il regime talebano.

Louis Garrel

Tra inediti e anteprime, si segnala il debutto alla regia di Louis Garrel, che si misura con Les Deux Amix, un triangolo amoroso ambientato nella Parigi giovane dei giorni nostri: un omaggio al cinema della Nouvelle Vague (martedì 20 marzo, ore 21, Cinema Massimo – Sala 3).
La proiezione del film suggella l’inedita collaborazione tra Sottodiciotto e Lovers Film Festival, che si svolgerà a Torino dal 20 al 24 aprile.

A chiusura del festival, la proiezione di, Jeanette, L’Enfance de Jeanne D’Arc: il musical techno-pop, rock e metal di Bruno Dumont sulla santa guerriera bambina e adolescente che finisce dove tutti gli altri film dedicati a Giovanna D’Arco cominciano.

Correlato:  Eurovelo 8 passa da Torino. Il Mediterraneo in una ciclabile.

Come sempre, non mancheranno le due sezioni competitive del Concorso nazionale, riservato alle scuole, e Sotto18Off, dedicato al cinema giovane – di oggi e di ieri – e alle sue contaminazioni con altri linguaggi.



Commenti

SHARE