Home Articoli HP Gli stranieri a Torino e provincia sono aumentati del 28% in dieci...

Gli stranieri a Torino e provincia sono aumentati del 28% in dieci anni: lo rivela una rilevazione del Comune

416
SHARE

Territorio, il numero di stranieri a Torino e provincia è aumentato di quasi un terzo in soli dieci anni: lo rivela una rilevazione del Comune

Il numero di stranieri a Torino e provincia è aumentato di quasi un terzo in soli dieci anni.

A rivelarlo è l’Ufficio di statistica del Comune di Torino, che ha condotto una interessante indagine sulla popolazione torinese. Una rilevazione che ha tenuto conto della provenienza, del numero e della concentrazione nei vari quartieri dei cittadini non italiani. I risultati sono anche disponibili sul sito del Comune.

Nel capoluogo piemontese, il 1° gennaio 2007 risidevano 103.795 stranieri, che rappresentavano l’11% su una popolazione totale di 908.129 residenti. Il 1° gennaio 2017, il numero degli stranieri iscritti all’anagrafe si è attestato a 132.730 unità. In termini percentuali, costituiscono il 15% su un complessivo di 888.921 residenti. L’aumento in dieci anni è stato dunque del 28%, per un totale di 28.934 persone.

Il picco più alto è stato registrato nel 2013, quando furono poco più di 140mila gli stranieri registrati. Negli ultimi cinque anni c’è stato un calo del 5%.

Nel territorio metropolitano, la variazione è stata ancora più marcata. Gli stranieri sono infatti aumentati di 105.827 unità. Se il 1° gennaio 2007 la popolazione straniera si attestava a 113.207 persone, il 1° gennaio 2017 è salita a 219.034 cittadini. La crescita è stata del 93%.

La componente più massiccia è rappresentata dalla Romania (52.626). Sul secondo gradino del podio troviamo il Marocco (17.147), mentre il terzo posto va al Perù (7.529). Quarta piazza per la Cina (7.498), quinta posizione per l’Albania (5.375). A completare la top 10 troviamo Nigeria, Egitto, Moldavia, Filippine e Brasile.

Un quadro abbastanza chiaro della situazione torinese, che, negli ultimi anni, ha visto l’attenuazione degli arrivi di cittadini albanesi e rumeni e l’aumento delle iscrizioni di egiziani e nigeriani. Una tendenza che prosegue da qualche anno e che ha reso più stabile il numero dei cittadini di altre nazionalità nella nostra città.

(Foto tratta da Its4Kids)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here