Home Articoli HP Torino, aperto il bando per partecipare a “That’s a Mole”: i dettagli...

Torino, aperto il bando per partecipare a “That’s a Mole”: i dettagli della quinta edizione

882
SHARE
Torino, aperto il bando per partecipare a
Torino, aperto il bando per partecipare a "That's a Mole": i dettagli della quinta edizione

Torino, è stato aperto il bando per iscriversi e partecipare a “That’s a Mole”: tante novità e interessanti premi per la quinta edizione

Torino è stato aperto il bando per iscriversi a “That’s a Mole“.
Dallo scorso 10 marzo, fino al 28 aprile, è possibile recapitare le proprie opere per partecipare alla quinta edizione di questo bando internazionale internazionale, progettato da Associazione That’s a Mole. Un evento molto atteso, che viene promosso e sostenuto grazie alla collaborazione di Fondazione Contrada Torino Onlus e Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri Onlus.
Il concorso è accessibile a tutti. Può infatti partecipare qualsiasi soggetto di ogni età, sia singolarmente che collettivamente. Tutti i concorrenti devono creare un’opera con una tecnica libera. Possono realizzare un’illustrazione, un’interpretazione grafica o dare vita a un motivo decorativo all’interno della sagoma della Mole Antonelliana. Come recita anche il nome dell’evento, infatti, al centro di tutto c’è l’edificio che più di ogni altro rappresenta la nostra città.
Una giuria seleziona e qualificata avrà il compito di indicare le opere più belle, che saranno poi esposte nelle piazze e nelle vie di Torino. Di queste, 29 saranno esposte in via Montebello nel periodo che va tra giugno e settembre 2018.

Premi, riconoscimenti e contatti

Proprio tra le 29 opere selezionate, alcune saranno premiate con interessanti riconoscimenti. L’autore della creazione vincitrice della quinta edizione riceverà un premio di 1000 euro. Ben 250 euro saranno assegnati con il premio “Fermi tutti”, conferito dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN). Un riconoscimento della sezione di Torino, che celebra i dieci anni del satellite Fermi.
Altri 250 euro saranno erogati da Casa di Carità Arti e Mestieri con il premio “Comunicazione Sociale”. Un riconoscimento legato al progetto “In Pro.va- Probation valida alternativa: sanzioni di comunità oltre il carcere”.
Infine, un ultimo premio saranno le Menzioni Speciali assegnate da parte di sostenitori e istituzioni locali.
Occorre ricordare che 2 delle 29 opere esposte in città saranno selezionate per la Sezione Educational. Saranno dunque realizzate da autori under 18 o inseriti in realtà socio-educative, come le scuole per l’infanzia, le scuole primarie, le scuole secondarie, i centri educativo e aggregativi e 8 laboratori didattici per minori e persone con disabilità.
Per prendere parte al concorso occorre sottoscrivere una quota di partecipazione di dieci euro, sia che si tratti di una partecipazione individuale, che collettiva. Sono esentati dal pagamento di qualsiasi somma i membri della Sezione Educational.
È possibile formalizzare la propria candidatura fino alle ore 12:00 del 28 aprile 2018. Per ottenere maggiori informazioni è possibile scrivere a
info@thatsamole.com, oppure consultare l’apposito sito www.thatsamole.com.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here