Home Articoli HP Economia, sono quasi 7mila le nuove imprese femminili in Piemonte

Economia, sono quasi 7mila le nuove imprese femminili in Piemonte

29
SHARE

Economia, sono quasi 7mila le nuove imprese femminili in Piemonte: bene il commercio, l’agricoltura e i servizi

Le imprese femminili in Piemonte sono protagoniste di un periodo di grande vivacità. Sono davvero numerose le nuove aziende guidate da donne.
Secondo i dati di Unioncamere, solo nel 2017 ne sono nate circa 7mila. Il Registro delle Imprese della nostra regione ha visto la nascita, per la precisione, di 6mila 939 attività. In totale, le imprenditrici costituiscono in 22,4% del totale. Dunque, poco meno di un imprenditore su quattro è donna.
I dati mostrano molte sfumature. Circa il 12% delle aziende è guidato da giovani, mentre un’impresa su dieci è condotta da donne straniere.
Anche la composizione è molto variegata. Il 67% delle attività è individuale, mentre le società di persone costituiscono il 18,5% del totale. Le società di capitali rappresentano appena il 12,5%.
Tra i settori maggiormente interessati dall’espansione dell’imprenditoria femminile spicca il commercio, ambito in cui lavora più del 25% delle imprenditrici. Circa il 14,5% si occupa di agricoltura, mentre sono l’11,5% le imprese dedicate ai servizi. Più contenuti i dati relativi alle imprese di alloggio e ristorazione (9,7%) e le attività immobiliari (7,4%).
Occorre precisare che i dati relativi alle aperture sono molto simili a quelli delle chiusure. Anzi, le aziende che hanno chiuso i battenti nell’ultimo anno sono state anche leggermente più numerose rispetto a quelle che sono state fondate. Sono state chiuse 7241 imprese, con un saldo negativo di 302 unità.
Attualmente, il totale delle imprese femminili in Piemonte ammonta a 97mila 578 attività. Un numero destinato a salire, viste le grandi opportunità offerte alle donne da enti pubblici e privati per costituire una nuova azienda. L’auspicio è che si possa registrare un saldo positivo negli anni a venire, in linea con la media nazionale.
(Foto tratta da Corriere della Sera)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here