Home Articoli HP Olimpiadi a Torino nel 2026, anche Confesercenti appoggia l’iniziativa #IODICOSI

Olimpiadi a Torino nel 2026, anche Confesercenti appoggia l’iniziativa #IODICOSI

186
SHARE
Italy's Sofia Goggia takes part in the 3rd training of the Alpine Skiing Women's Downhill at the Jeongseon Alpine Center during the Pyeongchang 2018 Winter Olympic Games in Pyeongchang on February 20, 2018. / AFP PHOTO / Dimitar DILKOFF

Olimpiadi a Torino nel 2026, anche Confesercenti appoggia l’iniziativa #IODICOSI per l’assegnazione dei Giochi al capoluogo piemontese

Le Olimpiadi a Torino nel 2026 rappresentano una grande opportunità, che il capoluogo piemontese intende cogliere per il suo futuro.
Un sogno che ha già raccolto il parere favorevole di numerosi rappresentanti delle istituzioni. Su tutti il Presidente della Regione, Sergio Chiamparino, che si è dichiarato disponibile per lavorare alla candidatura della città di cui era sindaco non più di 7 anni fa.
A sostegno di questo progetto si è schierata anche la Camera di Commercio di Torino, che ha portato avanti lo studio di fattibilità. Una analisi che ha trovato il sostegno dei Comuni delle valli Olimpiche, soprattutto da Sauze di Cesana.
Manca ora il tassello più importante: l’ok del Comune di Torino. L’amministrazione comunale ha fatto sapere di volersi esprimere solo dopo le elezioni Politiche del 4 marzo. La prossima settimana, dunque.
Da qui al 30 marzo ci sarà così il tempo di presentare la candidatura al CIO. Il tempo però stringe, e i tentennamenti di Torino stanno spingendo il CONI a sostenere la candidatura di Milano, con quest’ultima propensa anche a richiedere la collaborazione della nostra città.
In questo scenario, per evitare una candidatura condivisa con il capoluogo lombardo e per contribuire alla corsa autonoma di Torino, anche Confesercentiha deciso di partecipare alla nuova iniziativa a sostegno dello svolgimento delle Olimpiadi a Torino nel 2026. Si chiama #IODICOSI, ed è stata lanciata con un hashtag per essere diffusa facilmente sui social e per coinvolgere il maggior numero possibile di persone.
Una strategia mirata, che punta a raccogliere l’adesione di tantissimi soggetti. La grande diffusione del sostegno all’evento torinese è la prima mossa necessaria per raggiungere l’obiettivo.
(Foto tratta da SportFair)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here