Home Articoli HP Olimpiadi a Torino nel 2026, Sestriere sostiene la candidatura del capoluogo piemontese

Olimpiadi a Torino nel 2026, Sestriere sostiene la candidatura del capoluogo piemontese

750
SHARE

Olimpiadi a Torino nel 2026, Sestriere sostiene la candidatura del capoluogo piemontese: il Comune approva la prima delibera

Sestriere fa sentire la sua voce e mostra tutto il suo interesse per lo svolgimento delle Olimpiadi a Torino nel 2026.
Il Comune ha infatti approvato la prima delibera per lanciare la candidatura della nostra città.
Una proposta che presto sarà sottoscritta anche dai Comuni olimpici dell’Unione Montana Via Lattea. Saranno coinvolti Cesana, Sauze d’Oulx, Claviere, Sauze di Cesana, Pragelato.
Il sogno di rivedere le Olimpiadi nel capoluogo piemontese vent’anni dopo l’edizione del 2006 inizia a prendere forma. Si respira aria di grande ottimismo, viste le condizioni economiche convenienti. A porre in una posizione privilegiata Torino contribuisce l’esistenza di molti impianti, già realizzati circa quindici anni fa. Senza contare le strutture da rimettere a nuovo, che necessitano solo di interventi di ristrutturazione.
Insomma, una sfida che non sembra essere impossibile, e che Torino si prepara ad affrontare con grandi speranze.

La volontà di correre singolarmente

Le Olimpiadi a Torino nel 2026 non dovranno essere organizzate in compartecipazione con Milano.
È questa la volontà emersa dai Comuni delle valli Olimpiche, che desiderano concorrere autonomamente. L’idea del presidente del CONIGiovanni Malagò, era quella di progettare un evento condiviso tra Torino e Milano. Una possibilità che ha subito affascinato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, pronto a collaborare con Chiara Appendino.
Per il capoluogo lombardo, sarebbe necessaria la partecipazione della Valtellina. Una opzione che non convince per nulla i sindaci torinesi, certi che Milano avrebbe maggior peso con questa soluzione.
Ora bisognerà vedere come sarà accolta la decisione dei Comuni torinesi, poiché Malagò aveva preventivato che solo una collaborazione tra le due città avrebbe reso possibile l’organizzazione dei Giochi Olimpici nel nostro Paese.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here