Home Articoli HP Innovazione, avviata una collaborazione tra il Politecnico di Torino e l’Università della...

Innovazione, avviata una collaborazione tra il Politecnico di Torino e l’Università della California

1802
SHARE
Innovazione, avviata una collaborazione tra il Politecnico di Torino e l'Università della California
Innovazione, avviata una collaborazione tra il Politecnico di Torino e l'Università della California
Tempo di lettura: 1 minuto

Innovazione, avviata una collaborazione tra il Politecnico di Torino e l’Università della California: gli studenti torinesi potranno studiare negli USA

È stata ufficialmente avviata la collaborazione tra il Politecnico di Torino e l’Università della California. Un accordo storico, che segna una svolta per l’ateneo torinese.
Questa partnership è stata formalizzata con il conferimento di due lauree ad honorem. La prima a Thomas M. Siebel, presidente e fondatore del Siebel Energy Institute, nonché presidente e ceo di C3 IoT. La seconda è andata invece a S. Shankar Sastry, direttore del Siebel Energy Institute e preside della scuola di Ingegneria di Berkley.
Le lauree hanno permesso di porre le basi della collaborazione tra il Politecnico di Torino e l’Università della California, che consentirà agli studenti del Poli di beneficiare di uno spazio di 200 metri nella Silicon Valley.
Nello specifico, i giovani più talentuosi dell’ateneo torinese potranno andare a studiare, confrontarsi e accrescere le proprie conoscenze in un contesto prestigioso. Saranno organizzati corsi di durata variabile, che toccheranno svariate tematiche e approfondiranno le competenze più diverse.
Una grande conquista, che dà il via a una nuova sfida tecnologica. PoliTo è infatti coinvolto in questo progetto per contribuire a scoprire nuove sinergie tra il lavoro dell’uomo e quello delle macchine. Il capitale umano, unito a quello tecnologico, sarà sempre più importante nei prossimi anni. Un binomio che dovrà essere studiato e perfezionato per migliorare la vita quotidiana di tutti. Dai sistemi di sicurezza alla produzione industriale, passando per le reti sociali e i sistemi robotici autonomi. Tutti elementi che faranno parte della nostra vita, e per i quali dovranno essere impiegati i migliori cervelli.


Commenti

Correlato:  Ztl, a Torino orario prolungato e costo più alto per chi inquina di più