Home Articoli HP Pietre d’inciampo a Collegno, rubata la targhetta dedicata a Massimo De Benedetti

Pietre d’inciampo a Collegno, rubata la targhetta dedicata a Massimo De Benedetti

149
SHARE

Pietre d’inciampo a Collegno, rubata la targhetta dedicata a Massimo De Benedetti: sarà riposizionata a breve dall’amministrazione comunale

Pietre d’inciampo a Collegno, rubata la targhetta dedicata a Massimo De Benedetti.
Un atto vandalico che offende la memoria del defunto, deportato e ucciso nel campo di sterminio di Auschwitz il 31 ottobre 1944.
Il furto è stato segnalato dai tecnici del Comune di Collegno, che si sono accorti dell’assenza della pietra dal suo posto di assegnazione. Nello specifico, la targhetta era posizionata in via Martiri XXX Aprile,proprio davanti all’ingresso della Certosa reale.
Non è ancora nota l’identità dell’autore di questo gesto, che dovrà essere verificata con i sistemi di sorveglianza dell’area circostante. Una triste notizia, che non è solo uno sfregio alla memoria di De Benedetti, ma a tutti coloro che sono ricordati da queste speciali targhette, realizzate dall’artista tedesco Gunter Demnig. Una nobile iniziativa, che vede il contrasto di soggetti contrari al ricordo delle vittime di una delle più grandi tragedie della storia.
Ai furti delle pietre d’inciampo a Collegno sarà prontamente posto rimedio. L’amministrazione comunale ha infatti reso nota la sua disponibilità a sostituire le targhette rubate con nuove pietre. Ciò avverrà a oltranza, per onorare la memoria dei caduti in maniera adeguate.
(Foto tratta da ArtSpecialDay)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here